Meshiaak – Recensione: Alliance Of Thieves

Lunga e travagliata è stata la nascita del tanto atteso debut album dei Meshiaak, progetto ideato da Danny Tomb (ex frontman della band Thrash Metal australiana 4Arm), intitolato “Alliance Of Thieves“. Fanno parte della squadra anche Dean Wells, chitarrista dei Teramaze (altra band australiana dedita a sonorità Progressive), Nick Walker e Jon Dette degli Slayer alla batteria. Dicevamo, quindi, sono passati circa due anni tra annunci e rinvii ma finalmente siamo giunti a questa prima prova sulla lunga distanza, pubblicata tramite Mascot Label Group, che ripaga pienamente l’attesa.

La proposta dei nostri si muove in territori Thrash Metal (nella sua veste più moderna) ma caratterizzati da una forte e spiccata componente tecnica che trova in Wells uno degli interpreti più bravi. La sua prova alla chitarra, infatti, permette al resto del gruppo di spaziare da soluzioni maggiormente aggressive e furiose ad altre più emozionali e d’impatto che conducono l’ascoltatore in un viaggio attraverso nove interessanti composizioni.  L’opener “Chronicles Of The Dead” mette subito in chiaro le coordinate stilistiche della band, con un rifframa potente e diretto (figlio della rabbia esecutiva di Slayer e Machine Head) ma allo stesso tempo ricercato, attento a tessere trame intricate e mai banali. Assoli fulminanti e dotati di un piglio melodico fantastico sono il marchio di fabbrica anche del brano successivo, “It Burns At Both Ends“, che dopo un arpeggio di chitarra si assesta su ritmi decisamente più sostenuti sostenuti da ritmiche martellanti e il terremotante lavoro alla batteria di Dette.

I Am Among You” rappresenta il primo highlights del disco: un riff sincopato accompagna la prima parte del brano che, nella sua sezione centrale, si lascia andare in atmosfere sognanti, evocative (sostenute dall’espressiva chitarra di Wells) che sfociano in un fantastico assolo. La successiva “Drowning, Fading Falling” è un mid-tempo roccioso nel quale si innestano segmenti emozionali e melodici, mentre “At The Edge Of The World” gioca su ritmiche rallentate e un taglio più radiofonico, quasi Alternative Rock. È solo un episodio prima di tornare a pestare forte con furiosa “Last Breath Taken” e la devastante “Manical“. La title track conferma quanto fin qui ascoltato per lasciare spazio alla conclusiva “Death Of An Anthem“, brano che unisce l’anima estrema del gruppo a quella più introspettiva, riflessiva, decadente in una ballad dal sapore amore.

I Meshiaak sono una band composta da musicisti esperti, bravi, dotati di grandi mezzi tecnici che mettono a disposizione tutta la loro bravura e caratura. Il risultato è questo splendido debut album, “Alliance Of Thieves“, un disco ben curato sia sotto l’aspetto del songwriting che dell’esecuzione. Una delle sorprese più interessanti di questo 2016.

meshiaak

Voto recensore
7,5
Etichetta: Mascot Label Group

Anno: 2016

Tracklist: 01. Chronicles Of The Dead 02. It Burns At Both Ends 03. I Am Among You 04. Drowning, Fading, Falling 05. At The Edge Of The World 06. Last Breath Taken 07. Maniacal 08. Alliance Of Thieves 09. Death Of An Anthem
Sito Web: https://www.facebook.com/meshiaak/

Pasquale Gennarelli

view all posts

"L'arte per amore dell'arte". La passione che brucia dentro il suo cuore ad animare la vita di questo fumetallaro. Come un moderno Ulisse è curioso e temerario, si muove tra le varie forme di comunicazione e non sfugge al confronto. Scrive di Metal, di Fumetto, di Arte, Cinema e Videogame. Ah, è inutile che la cerchiate, la Kryptonite non ha alcun effetto su di lui.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login