Andre Matos – Recensione: Mentalize

Arriva finalmente anche per il pubblico europeo (dopo l’edizione solo giapponese dello scorso anno) il nuovo disco solista di André Matos, vocalist e compositore che non ha certo bisogno di presentazioni. “Mentalize” è un concentrato di power metal melodico, molto più ruvido e spigoloso del proprio predecessore “Time To Be Free”, con le chitarre al centro del palcoscenico e gli arrangiamenti a fare da contorno. Non aspettatevi quindi song pompose e magniloquenti, perché già dall’opener “Leading On” si capisce che Matos ha composto un disco che va direttamente al sodo, senza troppi fronzoli, con una sezione ritmica tambureggiante. Certo, non mancano parti più rilassate ed inserti superbi di pianoforte (“Someone Else”), ma i tribalismi prog di “Holy Land”, qui sono solo un ricordo. Su tutto domina incontrastata l’ugola potente e brillante di André, che disegna ritornelli multicolore a tonalità altissime, che vi trascineranno in un vortice di melodia. Variegato e splendente, “Mentalize”, è un album solare, come traspare nei cori di “Back To You”, emotivo e comunicativo nei passaggi più dolci, raffinato negli arrangiamenti pianistici di “Mirror Of Me”. Ancora una volta André Matos si conferma il re del power metal sinfonico e melodico internazionale, grazie ad una capacità di scrivere canzoni così perfettamente complete, raffinate e pregne di classe cristallina. Signori, giù il cappello, per favore.

Voto recensore
8
Etichetta: SPV / Audioglobe

Anno: 2010

Tracklist:

 

01. Leading On

02. I Will Return

03. Someone Else

04. Shift The Night Away

05. Back To You

06. Mentalize

07. The Myriad

08. When The Sun Cried Out

09. Mirror Of Me

10. Violence

11. A Lapse In Time

12. Power Stream

13. Don’t Despair


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login