Gerhard Pichler – Recensione: Melodica / Long…

Che brutto colpo! Non si può descrivere in altro modo questo primo disco del progetto AOR Melodica, nato dall’incontro fra il chitarrista austriaco Gerhard Pichler e il cantante americano Ted Poley (famoso per la sua militanza nei Prophet e nei Danger Danger). Ed è proprio la disastrosa performance vocale del singer, oltre ad una produzione veramente insufficiente, a rovinare questo album, che pure mostrerebbe delle buone idee da parte di Pichler… togli all’AOR le grandi melodie, e togli al genere tutto il suo fascino! Ecco quindi che il risultato finale è proprio terribile: le continue stecche del peggior Ted Poley che si sia mai sentito (sembra un dilettante del Karaoke) fanno venire i brividi, e tolgono tutto il valore alla pur valida prova di una band dignitosa. Le buone canzoni non mancano (‘Come Running’ in particolare sarebbe davvero un gran bel pezzo, se non fosse per il disastro vocale), ma ‘Melodica’ resta un disco al limite dell’ascoltabilità: rispolverate i dischi dei Danger Danger, please!

Voto recensore
4
Etichetta: Frontiers (2000)

Anno: 2000

Tracklist: Tracklist: It’s Not Enough / Never Let You Go / Come Runnin’ / Best Friend / Hardest Part Of Love / Forget About You / Playing With Fire / Long Way From Home / Sleeping With The Enemy / Take Me Away / A Long Time Ago

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login