Mayank – Recensione: Mayank

Costruiti sullo straordinario talento del cantante brasiliano Gui Oliver, già con Auras e Landfall, i Mayank sono completati dal chitarrista Rolf Nordström (Perfect Plan), dal batterista Nicholas Papapicco e soprattutto da Alessandro Del Vecchio, che oltre ad occuparsi di basso, tastiere e produzione è il principale responsabile delle musiche celestiali che caratterizzano questo debutto.

Il punto di riferimento, proprio per la voce di Oliver, non possono che essere i Journey: la costruzione delle melodie e la classe sono una costante negli undici brani presenti sull’album, e bene si innesta – fatto non scontato – pure la chitarra di Nordström, al servizio delle canzoni e capace di regalare gustosi assoli al punto giusto, senza strafare.

Alcuni pezzi sono delle assolute perle: la scintillante “We Are One”, con il suo solare carico di ottimismo, il dolce mid-tempo “Julia’s Smile”, il dinamico crescendo di “Road To Paradise” faranno impazzire gli amanti del genere. Ma c’è pure qualche gustosa divagazione, nell’ariosa “Miracle Mile” che apre scenari in parte differenti e di grande respiro.

In generale, ci troviamo di fronte ad un prodotto di grande qualità che riesce nella non scontata impresa di mettere insieme le caratteristiche migliori dei musicisti coinvolti, uniti per la nobilissima causa dell’AOR.

Etichetta: Frontiers Music

Anno: 2021

Tracklist: 01. Destiny Calling 02. Billy Is On The Run 03. Miracle Mile 04. We Are One 05. Long Live The Soulless 06. Julia's Smile 07. Sign Of Love 08. Hold On 09. From The Heart 10. Eternal Dream 11. Road To Paradise
Sito Web: https://www.facebook.com/MayankGuiOliver/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login