’77 – Recensione: Maximum Rock ‘N’ Roll

Terzo album per i catalani ’77, band dedita ad un hard rock di estrazione, chiaramente, anni ’70. In effetti l’ispirazione del monicker del gruppo è proprio l’anno in cui “Let There Be Rock” degli Ac/Dc dell’era Bon Scott, è stato dato alle stampe.

Il problema è che i ’77 sembrano proprio gli Ac/Dc degli anni ‘70, per riff, assoli, coretti ed il cantato che ricalca in maniera quasi paurosa quello dell’ indimenticato Bon Scott.

Anche le progressioni di accordi (soprattutto in “Down And Dirty” e “Stay Away From Water”) sono vicinissime a quelle immortali, tracciate dalla chitarra di Malcolm Young, di pezzi come “Dirty Deeds Done Dirt Cheap”, “Hell Ain’t A Bad Place To Be” e “What’s Next To The Moon”.

Insomma, i ’77, non si discostano dalla struttura blues “verso-ritornello- verso-ritornello-assolo-ritornello finale”, che ha reso gli Ac/Dc quella fantastica band che conosciamo tutti. Un gruppo, nella fattispecie i ’77 e specialmente nel 2013, dovrebbe al massimo riprendere solo un qualcosa dalle sue fonti di ispirazione per proporla trasformata e modellata sui propri stilemi.

“Maximum Rock ‘N’ Roll”, dunque, per quanto possa essere un ascolto piacevole, ha la grossa pecca di ripercorrere, pari, pari, delle strade battute, ormai, già da quarant’anni.

Va bene le citazioni, ma qui si esagera un po’ troppo, rendendo i ’77, una “cover band pur non essendo una cover band” del gruppo australiano più amato sulla faccia del pianeta.

E, questo, non va per niente bene.

Voto recensore
5
Etichetta: Listenable Records

Anno: 2013

Tracklist:

01. Maximum Rock ‘N’ Roll

02. Don’t You Scream

03. Down And Dirty

04. Highway Rebel

05. Jazz It Up

06. Stay Away From Water

07. You Bore Me

08. Take Me Or Leave Me

09. Virtually Good

10. 16 Year-Old King


Sito Web: http://www.77rocks.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login