Masters Of Fate

Voto
recensore

8

Voto
utenti

-

Masters Of Fate

Etrusgrave

Track Listing


01. Deafening Pulsation
02. Dismal Gait
03. The Last Solution
04. The Only Future
05. Wax Mask
06. Lady Scolopendra
07. Masters Of Fate

Vota questo album:

Gli Etrusgrave sono una talentuosa e nuova punta di diamante per la nostra italica label My Graveyard Productions. Il gruppo nasce dalla mente del chitarrista Fulberto Serena, ben noto ai fan del metal nostrano per essere stato l’axeman dei Dark Quarterer più epici, quelli appunto dei primi album, quando la band toscana veniva definita come la versione italiana dei Manilla Road.

Dopo la svolta progressiva dai Dark Quarterer abbiamo con ‘Masters Of Fate’ degli Etrusgrave ciò che forse tutti gli amanti dell’epic metal avrebbe sognato dalla prima band di Serena, ossia un vero e proprio concentrato di epic metal, prog e suoni soffusi e potenti che toccano il cuore di tutti gli amanti del genere.

Gli Etrusgrave hanno già realizzato due demo, in particolare ‘On The Verge Of War’ (2004) e ‘Behind the Door’ (2007) ma è con questo album che l’obiettivo viene centrato in pieno. Con una produzione che forse poteva essere un poco migliorata i nostri danno vita a sei nuove tracce, tutte estremamente interessati e della durata media decisamente significativa (dai sei ai nove minuti), nonchè ad una rivisitazione del classico dei Dark Quarterer intitolato ‘Lady Scolopendra’, presentandolo in versione decisamente più accattivante, movimentato e soprattutto con un suono più potente rispetto a quello dell’album di riferimento, ossia ‘War Tears’.

Sugli altri brani del CD ci sarebbe da dire moltissimo; innanzitutto notiamo come tutti i musicisti ottengano nell’opera il loro spazio ben definitito a livello esecutivo senza che emerga solo il bravissimo chitarrista. Ad esempio anche il bassista Luigi Paletti (da sentire ad esempio nell’iniziale ‘Deafening Pulsation’) ha i suoi momenti di gloria, come il singer Hammerhead, che davvero propone una vasta gamma di interpretazioni ed anche il batterista Francesco Taddei, che forse rimane il membro un poco più penalizzato da una registrazione non proprio perfetta.

Colpiscono nel centro la veloce song d’impatto ‘Wax Max’ ma anche ‘Dismail Gait’, che per certi versi ricorda, soprattutto nel suo incedere aristocratico, qualcosa dei migliori Adramelch.

Il CD viene chiuso alla grande da un masterpiece come ‘Masters Of Fate’, oltre nove minuti di epic metal cupo e possente, sottolineato da un drumming marziale nella prima parte e da un riffing sognatore e ricco di armonie eccellenti. Nel pezzo si ritaglia ancora la sua fetta di gloria il singer Tiziano Hammerhead Sbaragli con una prestazione veramente eccellente, complice un ritornello estremamente convincente ed epico, che si incollerà subito nelle vostre menti.

Sicuramente da avere per tutti gli amanti dell’epic metal.

Altro...

Lascia un commento

Login with Facebook:
Login