Maryann Cotton – Recensione: Into Eternity

Ecco a voi il nuovo disco di Alice Cooper…ops, Maryann Cotton. Vocalist di origine danese figlio d’arte del bassista Hal Patino (ex-King Diamond), suo compagno di band. Vorrebbe essere figlioccio di Vincent Furnier e come lui prende il nome da un misterioso personaggio storico femminile ovvero la serial killer britannica Mary Ann Cotton. L’emulazione, forza motrice di qualsiasi aspirante musicista, risulta per questo disco il suo più grande difetto, dove parlare di citazionismo diventa eufemismo e ci sembrerà di ascoltare un disco di inediti del tributato Alice. Non la versione hair metal degli ’80 e neanche quella che nel 2000 ha sorpreso piacevolmente con il cupo “Brutal Planet”.

I richiami al rock seventies ci accompagnano negli scorrevoli 40 minuti scarsi dell’album con una produzione che, come gli ultimi lavori del singer di Detroit, risulta moderna con un piglio vintage. In brani come “Had Enough” o la ballad “Hard Lost N’ Fried” mostra di avere gli attributi compositivi e la capacità di scrivere con semplicità ottime canzoni. Si diverte a richiamare Cryin’ degli Aerosmith nel ritornello di “No Wish Upon No Star” ma tutto questo, seppur piacevole, crea un ombra più grande di lui dalla quale a differenza di Peter Pan sarà difficile staccarsi.

Voto recensore
6,5
Etichetta: 7Hard Records

Anno: 2015

Tracklist:

01 What She Wants
02 Had Enough
03 My Gun
04 Hard Lost’ N Fried
05 Gangland
06 When Tomorrow Comes
07 Keepers Of The Holy Grail
08 No Wish Upon No Star
09 Into Eternity
10 Death Is Beauty


Sito Web: http://www.maryanncotton.net

Roberto Banfi

view all posts

Punk n roller con ispirazioni gotiche e tracce persistenti di untrue heavy metal, tra Billy Holiday e gli Einsturzende Neubauten sono incappato casualmente negli Iron Maiden. Sogno una collaborazione tra Varg Vikernes e Paolo Brosio. Citazione preferita: ""Il mio dio è più forte"" (Conan il barbaro).

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login