Magnus Karlsson – Recensione: Magnus Karlsson’s Free Fall

Il sogno di ogni cantante è di collaborare, prima o poi, con Magnus Karlsson. Il chitarrista e compositore svedese, nel corso della propria carriera, ha contribuito con il suo tocco magico ad impreziosire progetti del calibro di Allen – Lande, Kiske – Sommerville, The Codex (con Mark Boals alla voce), Bob Catley, Primal Fear, Last Tribe. Mica Robetta. Dopo tanti anni al servizio di altri musicisti Karlsson ha deciso di mettersi in proprio e di pubblicare questo “Free Fall” a suo nome, opera in cui indossa i panni del factotum, avvalendosi di alcuni dei cantanti incontrati finora sul proprio percorso.

Il genere proposto è un hard rock pomposo, impreziosito da diversi spunti power sinfonici, in cui le melodie sono sempre e comunque al centro dell’attenzione. “Free Fall” risulta una summa dello stile messo in mostra nelle produzioni targate Karlsson di tutti questi anni e, se da un lato non sorprende nel songrwriting, dall’altro non passerà inosservato per la sfilata di numeri uno del microfono sulla Croisette. Le danze si aprono con la title track, cucita perfettamente addosso a Russel Allen, grazie a ritmiche power ed un ritornello catchy e trascinante. La seguente “Higher”, con Ralf Scheepers, resta sui binari dell’heavy, anche se, tastiere boombastiche si addentrano più volte nei meandri dell’hard rock. Tutte le song di “Free Fall” sono finemente arrangiate con inserti orchestrali, synth gustosi, come da buona tradizione Karlsson, che, a differenza dei progetti passati, si prende il proprio spazio anche come guitar hero. E questo peccatuccio veniale, se nei pezzi più power oriented passa del tutto inosservato, in quelli dalle atmosfere più leggere risulta un pochino indigesto. Ed è una vera disdetta, perché “Last Tribe”, degna celebrazione del passato, e “Fighting”, risulterebbero delle hit clamorose per gli amanti dell’hard rock maturo e di classe, senza le sbrodolate di note negli assoli.

Che Magnus Karlsson sia un compositore coi fiocchi non si discute. Con “Free Fall” ha sfogato le proprie manie di protagonismo, sia alla sei corde, sia come cantante (in tre canzoni), senza però perdere l’appeal che ne ha da sempre contraddistinto lo stile compositivo. Non siamo di fronte ad una metal opera epocale, ma tra tutte quelle che stanno uscendo a raffica sul mercato, sulla scia di Avantasia ed Ayreon, questa è tra quelle che meritano la vostra attenzione.

Voto recensore
7
Etichetta: Frontiers Records

Anno: 2013

Tracklist:

01. Free Fall - feat Russell Allen

02. Higher - feat Ralf Scheepers

03. Heading Out

04. Stronger - feat Tony Harnell

05. Not My Saviour - feat Rick Altzi

06. Us Against The World - feat David Readman

07. Our Time Has Come - feat Mark Boals
08. Ready Or Not

09. Last Tribe - feat Rickard Bengtsson

10. Fighting - feat Herman Saming

11. Dreamers & Hunters - feat Michael Andersson

12. On Fire


Sito Web: www.facebook.com/MAGNUSKARLSSONSFREEFALL

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login