Michael Katon – Recensione: M. K.

Sembra un periodo abbastanza prolifico per il rock dalle influenze blues, come dimostra questo altro disco di Michael Katon, che ancora una volta ci fa immergere in un’atmosfera fatta da una strumentazione essenziale, che si associa alternativamente a brani veloci, ironici e malinconici. La musica di Michael Katon si potrebbe in parte paragonare a quella della Black Label Society, però onsiderandone soltanto l’aspetto più blues, e ammorbidendo di molto i suoni di chitarra, che diventano meno grezzi nelle sonorità e restano essenziali come arrangiamenti. Anche la voce dello stesso Katon, bassa e leggermente roca, si adatta bene al blues ed assomiglia abbastanza a quella di Zakk Wilde.

I brani più significativi sono ad ogni modo quelli più dinamici, in particolare ‘Whiskey Hill’, molto vivace, impostata su una scala blues semplice e diretta, ma efficace, e ‘In The Land Of Rock ‘n Roll’, in linea con lo stile del pezzo precedente. Anche ‘Rock ‘n Roll Man’ si fa notare, grazie ad un testo molto simile ad una filastrocca per bambini, ma impostato sulle caratteristiche del vero rocker, sempre a caccia di belle pollastrelle, grande bevitore e possessore di motociclette, con lo stesso spirito pazzo di personaggi come Keith Moon e Jerry Lee Lewis.

Certo, l’essere prolifico non è sempre sinonimo di qualità eccelsa. Ad ogni modo, Michael Katon riesce a sollevarsi dal piattume generale grazie a questa giusta dose di ironia e alle sue buone capacità creative ed espressive, che confluiscono in un disco discreto e di effetto piacevole, che non stanca anche dopo un ascolto ripetuto.

Voto recensore
6
Etichetta: Provogue Records / Edel

Anno: 2006

Tracklist:

01. Back To Your Cages
02. On The Prowl For A Hoochie MaMa
03. Diablo Boogie
04. Need It Awful Bad (Tribute To JH And RT)
05. Rock ‘n Roll Man
06. Whiskey Hill
07. In The Land Of Rock ‘n Roll
08. Dirty Thang
09. Luv A Dawg
10. Motor Cycle Blues


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login