– Recensione: Loser, My Religion

Dal 26 aprile è disponibile gratuitamente in rete all’indirizzo http://www.musix.it/loser la compilation ‘Loser, My Religion’, nata dalla fortunata trasmissione radio online Loser Web Radio. Si tratta i sette brani famosi coverizzati (e spesso stravolti) da alcuni dei più interessanti artisti dell’underground italico: si parte, ovviamente, dalla celeberrima ‘Loser’ di Beck, rivisitata in chiave elettronica dai Monow, con eccellenti risultati. Si prosegue con gli ottimi Hangin’ On A Thread alle prese con ‘The First Time’ degli U2 e gli Hu:t che si divertono a violentare in chiave crossover ‘The Power’ degli Snap. C’è spazio anche per ‘Grace’ di Jeff Buckley eccellentemente riproposta dagli indie-rockers es, ‘I’m Deranged’ di David Bowie rifatta in versione trip-hop dai Diabolico Coupè (anche in questo caso il risultato è ottimo) e per ‘All The Time In The World’ di Armstrong e ‘Losing My Religion’ dei REM, forse i pezzi più deboli del lotto, coverizzate rispettivamente da Slacker Monday e Valentina Dorme. In generale un lavoro veramente curato ed interessante, con alcuni brani che stupiscono piacevolmente per la spiccata personalità con cui sono stati interpretati. Ottima iniziativa, ottimo risultato.

Etichetta: Loser Web Radio

Anno: 2001

Tracklist: Tracklist: Loser (Monow) / The First Time (Hangin’ On A Thread) / The Power (Hu:t) / Grace (es) / I’m Deranged (Diabolico Coupè / All The Time In The World (Slacker Monday / Losing My Religion (Valentina Dorme)

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login