Long Shadows Dawn – Recensione: Isle Of Wrath

Nuovo progetto per Doogie White, accompagnato dal chitarrista dei Persuader Emil Norberg. Nuovo si fa per dire, nel senso che la proposta musicale è esattamente quella che ci si attenderebbe visti i trascorsi del cantante scozzese. Ma in questo caso non si tratta assolutamente di una critica, anzi: hard rock melodico sanguigno e robusto, fatto per graffiare e con un saldo legame alle sonorità più tradizionali.

La solita interpretazione passionale, a tratti rabbiosa, trova convincenti veicoli nell’urgenza di “Raging silence” e nella melodica epicità di “On Wings Of Angels”. Le reminiscenze del passato di White nei Rainbow costellano tutto “Isle Of Wrath”, riportandoci a tempi più gloriosi, anche grazie ad una produzione che non fa nulla per aggiungere quella modernità che stonerebbe e basta in un album come questo: esemplare, in questo senso, il sapore della narrazione che si respira in “Where Will You Run To?”.

L’arrembante “Steeltown” e la crepuscolare “Never Wrote A Love Song” sono due facce di un cantante e una band che ci mettono l’anima, in un album di assoluta intensità dall’inizio fino all’epica conclusione di “We Don’t Shoot Our Wounded”. Consigliato.

Etichetta: Frontiers Music

Anno: 2021

Tracklist: 01. Deal With The Preacher 02. Raging Silence 03. On Wings Of Angels 04. Star Riders 05. Hell Hath No Fury 06. Master Of Illusion 07. Hallelujah Brother 08. Steeltown 09. Never Wrote A Love Song 10. Where Will You Run To? 11. We Don’t Shoot Our Wounded
Sito Web: https://www.facebook.com/LongShadowsDawn/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login