Lonely Robot – Recensione: The Big Dream

“Falling Satellites” dei Frost* è stato uno dei lavori più emblematici dell’anno passato, con trovate a tratti incomprensibili ma che rappresentano molto probabilmente il futuro del prog grazie ad una serie infinita di contaminazioni.

Di quella brigata fa parte l’eclettico John Mitchell, polistrumentista dalla calda e roca voce che ha dato il suo contributo anche a un sacco di altre band e da qualche tempo è un ricercato produttore nonché discografico con la sua White Star Records; un paio d’anni fa il nostro ha dato vita al suo progetto più personale, i Lonely Robot che, mentre sul debut ospitava una serie importante di ospiti, ora lo vede solo protagonista in studio insieme a Craig Blundell, suo compagno proprio nei Frost*.

Il tema ideato dal musicista inglese per “Please Come Home” continua e questa volta ci troviamo a seguire L’Astronauta, che si risveglia da un sonno criogenico (“Awakenings”) in una realtà sì terrena ma insieme fantastica perché popolata da persone dotate di testa da animale. “Sigma” non è lontana dai compagni d’etichetta The Mute Gods e sembra sottolineare un album dotato di songwriting più concentrato sulla forma canzone, pur non tralasciando le incursioni nel neo prog più raffinato.

“Everglow” è stata scelta come primo singolo e dobbiamo ammettere che la canzone funziona in toto, mettendo in luce un Mitchell ormai conscio delle sue doti di cantante oltre che possessore di un gusto innato per le melodie chitarristiche di scuola Steve Rothery/Andrew Latimer; belli noltre i fill di Blundell nella parte centrale in concomitanza dell’assolo.

“Symbolic” ci rimanda alle sonorità di “Picture” unico album pubblicato a nome Kino da Mitchell (con membri di It Bites e Marillion) nel 2005 con una bella alternanza di tempi ritmici, alcuni molto tirati e conferma come “The Big Dream” sia un lavoro grosso modo al livello del debut nonostante una prospettiva di songwriting differente.

Voto recensore
7,5
Etichetta: Inside Out Music

Anno: 2017

Tracklist: 01. Prologue (Deep Sleep) 02. Awakenings 03. Sigma 04. In Floral Green 05. Everglow 06. False Lights 07. Symbolic 08. The Divine Art Of Being 09. The Big Dream 10. Hello World Goodbye 11. Epilogue (Sea Beams)
Sito Web: https://www.facebook.com/johnchristianmitchell

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login