Vicious Rumors – Recensione: LIVE You To Death

Appare davvero incredibile come una band della imprescindibile importanza dei Vicious Rumors non possa vantare nella propria discografia una registrazione dal vivo degna della qualità della band. Il vecchio “Plug in and Hang On – Live in Tokyo” si può definire al massimo un buon bootleg, degno certamente di essere posseduto se si è grandi fan del gruppo, ma non sufficiente a far risaltare la grandezza di una tra le migliori band che l’heavy metal americano abbia mai avuto.

Dopo il buon successo di “Razorback Killers” ci si aspettava giustamente che questo disco dal vivo funzionasse da grande lancio per la nuova line-up e desse nuova vita a grandi classici come “Minute Ti Kill” o “Hellraiser”, trasportando la deflagrante potenza del suono Vicious Rumors nel 2012.

La scaletta molto ridotta annunciata però non faceva presagire nulla di buono e l’ascolto del prodotto finito è talmente deludente da far scoraggiare anche un fan della prima ora come il sottoscritto. Innanzitutto la qualità della registrazione è appena sopra la soglia della sufficienza, forse dotata del pregio della spontaneità grezza tipica della presa diretta, ma non del tutto in grado di far detonare quanto sappiamo essere in grado fare la band. Purtroppo però, anche volendo soprassedere su tale piccola carenza, a far scendere sotto la soglia dell’accettabile l’insieme è la scarsa prestazione del singer Brian Allen, totalmente a disagio di fronte al peso del paragone con l’immortale Carl Albert.

Le prime tracce sono semplicemente cantate male, probabilmente il nostro è stato “fotografato” nella più classica delle serate storte e di fronte alla voglia di imprimere potenza e aggressività possiamo solo rilevare che il tentativo fallisce miseramente in una serie di urla sgradevoli e al limite della stonatura. Da metà in poi le cose migliorano leggermente, ma la difficoltà a tenere il passo è comunque evidente. La band al contrario fa il proprio mestiere, picchiando a dovere e senza sbavature, ma dopo 30 anni di onoratissima carriera non ci pare davvero il caso di presentarsi ai proprio fan con un’opera dai contorni così incerti.

Se paragonato all’idea che abbiamo dei Vicious Rumors “Live You To Death” è poco più di una pappa insipida, allungata da due inutili cover messe in fondo al solo di occupare più spazio nel cd. Un prodotto che ci sentiamo nostro malgrado di consigliarvi di evitare.

Voto recensore
5
Etichetta: Steamhammer / SPV

Anno: 2012

Tracklist:

01. Replicant / Digital Dictator
02. Minute To Kill
03. Murderball
04. Lady Took A Chance ( intro )/ Down To The Temple
05. Abandoned
06. Let The Garden Burn
07. Hellraiser
08. Soldiers Of The Night
09. Don't Wait For Me
10. Sign Of The Southern Cross (cover-version Black Sabbath)
11. Running Wild (cover-version Judas Priest)
Track 1-9: recorded live on the HammerFall-Tour autumn/winter 2011


Sito Web: https://www.facebook.com/ViciousRumorsMetal?ref=ts

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login