Tygers Of Pan Tang – Recensione: Live In Nottingham Rock City

Di fronte al valore di questa testimonianza live, il rischio è quello di rimanere indecisi fra la rabbia per aver dovuto aspettare vent’anni prima di ascoltarla e la gioia di averne finalmente l’opportunità. Nell’ambito della New Wave Of British Heavy Metal, le Tigri hanno brillato al massimo dello splendore per soli tre album, ma il segno lasciato è di quelli che non si dimenticano facilmente: meno tecnico e ‘progressivo’ dei Maiden e privo dell’eleganza aristocratica dei Diamond Head, il gruppo di Robb Weir ha puntato tutto sulla trasformazione in chiave metallica dell’hard inglese, potendo disporre fin dal secondo album ‘Spellbound’ dell’ugola al calor bianco di John Deverill e (limitatamente a ‘Spellbound’ e ‘Crazy Nights) della fumigante chitarra di John Sykes, futura stella con Thin Lizzy e Whitesnake. Il concerto immortalato da ‘Live At Nottingham Rock City’ risale all’aprile del 1981 ed è, senza mezzi termini, perfetto: nonostante alcuni problemi fisici, la band è in stato di grazia e, complice una registrazione cristallina, colpisce per la sequela di classici (forse minori, ma pur sempre classici!) inanellati. ‘Tyger Bay’, ‘Euthanasia’, ‘Wild Catz’, ‘Gangland’ (non quella di Harris&Co.),’Hellbound’ graffiano in profondità e svelano il ‘fuoco’ che ha animato l’intera nuova ondata britannica, mentre ballate dal cuore d’acciao come ‘Mirror’ e il respiro più ampio di ‘Don’t Stop By’ testimoniano un talento completo: se ancora non avete incrociato la strada dei Tygers Of Pan Tang, questo album è un ottimo sistema per iniziare a recuperare il tempo perduto.

Voto recensore
8
Etichetta: Edgy / Frontiers

Anno: 2001

Tracklist: Take It / Rock And Roll Man / Blackjack / Tyger Bay / Insanity / Euthanasia / Mirror / Wild Catz / Money / Don't Stop By / Gangland / Silver And Gold / Hellbound / Slave To Freedom / All Or Nothing

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login