Hermano – Recensione: Live At W2

Il tour del buono, anche se non sconvolgente, ‘Dare I Say…’ è stata l’occasione per gli Hermano per registrare un live che arriva dopo solo due album in studio per la band dell’ex cantante dei Kyuss, John Garcia.

La band è in palla, il pubblico europeo la premia più di quello statunitense che ha votato con maggiore veemenza per la costola Queens of the Stone Age degli ex re dello stoner, ed il gruppo risponde a dovere. Si inizia con il pezzo migliore dell’ultimo disco in studio, ‘Cowboys Suck’ per proseguire con il migliore del debutto ‘Only A Suggestion’. Ma, nonostante si siano sparati le cartucce migliori in apertura di serata, i musicisti americani non mollano la presa per un attimo e intrattengono il pubblico con la loro miscela di stoner, southern e hard rock moderno che non stupirà per innovazione ma sicuramente sa tenere sempre sveglia l’attenzione.

Gli Hermano giocano anche con le cover, ci provano con i Kiss e poi si lanciano con gli Ac-Dc di ‘T.N.T.’, riletta in modo decisamente fedele all’originale, grazie anche alla versatilità di Garcia che si conferma un cantante di tutto rispetto. Se, come chi scrive, siete rimasti delusi dall’ultimo capitolo delle Regine e vi manca l’approccio più sporco e sudato della “casa madre”, questo dischetto può fare al caso vostro. Magari dopo un ascolto di prova…

Voto recensore
7
Etichetta: Suburban Records

Anno: 2005

Tracklist: 01. Cowboys Suck
02. 5 To 5
03. Life
04. Alone Jeffe
05. Roll Over
06. Landetta
07. My Boy
08. Quite Fucked
09. T.N.T.
10. The Bottle
11. Senor Mereno's Plan
12. Manager's Special

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login