Europe – Recensione: Live At Sweden Rock – 30th Anniversary Show

Le icone dell’hard rock svedese Europe hanno festeggiato quest’anno i 30 anni di carriera: quale occasione migliore per celebrare l’evento di un mega concerto davanti ai fan di casa propria, da immortalare naturalmente registrando un bel DVD? Eccoci allora al cospetto di “Live At Sweden Rock – 30th Anniversary Show”: la platea è quella del più famoso festival open-air di Svezia, la setlist in programma una sterminata scaletta da 28 canzoni per uno show della durata di due ore e un quarto abbondanti. Gli ingredienti per una grande release ci sono tutti e il risultato si conferma ottimo, per la gioia di tutti i fan della band e degli appassionati di hard rock in generale.

La cosa più sorprendente e positiva del concerto è lo stato di forma del gruppo, elemento che non possiamo fare a meno di mettere in luce da subito. La performance dei 5 svedesi è appassionata e senza sbavature e John Norum e Joey Tempest, che saltano come ragazzini con la metà dei loro anni per tutto lo show, sembrano davvero aver sconfitto l’anagrafe. Il secondo, in particolare, mostra un carisma, un’energia e una capacità di tenere il palco che non molti altri frontman sono in grado di vantare. Peccato che alla carica esibita dagli Europe faccia da contraltare un pubblico non sempre all’altezza della situazione e spesso un po’ statico, unico difetto questo a influenzare leggermente lo spettacolo. Il risultato generale comunque non ne risente più di tanto, anche perché l’audience non sarà tanto agitata, ma quand’è il momento di cantare in coro si fa sentire eccome.

Se ci concentriamo poi sulla scaletta, c’è davvero poco da ridire. Affidata l’apertura alle recenti “Riches To Rags”, “Firebox” e “Not Supposed To Sing The Blues” ha subito inizio la carrellata di classici che ripercorre tutta la carriera della band. Dalle scatenate “Scream Of Anger”, “Seven Doors Hotel” e “Rock The City” alle sempre emozionanti “Superstitious”, “Open Your Heart” (quest’ultima in versione acustica) e “Carrie”. Impreziosiscono ulteriormente l’esibizione i cameo sul palco dei grandi Scott Gorham, in occasione della mitica cover dei Thin Lizzy “Jailbreak”, e Michael Schenker, per l’esecuzione questa volta del classicone targato UFO “Lights Out”. A chiudere le danze ci pensa, indovinate un po’, la famosissima “The Final Countdown”. Completano infine l’opera una buona e attenta regia e un montaggio dinamico, perfetto coronamento ad un DVD che presenta davvero pochi punti deboli.

“Live At Sweden Rock – 30th Anniversary Show” mantiene dunque le promesse e costituisce la festa di compleanno ideale per questi cinque longevi rockers svedesi. La delizia è comunque tutta per i fan del gruppo, che si troveranno tra le mani un prodotto imperdibile per la loro collezione. Tutti quanti avranno poi l’occasione di ottenere, con una sola prestigiosa uscita, il meglio della band eseguito e registrato alla perfezione. Davanti alla qualità messa in campo noi non possiamo invece far altro che esclamare: “buon trentesimo anniversario Europe!”.

Voto recensore
8,5
Etichetta: earMUSIC

Anno: 2013

Tracklist:

01. Riches To Rags
02. Firebox
03. Not Supposed To Sing The Blues
04. Scream Of Anger
05. Superstitious
06. No Stone Unturned
07. New Love In Town
08. In The Future To Come
09. Paradize Bay
10. Girl From Lebanon
11. Prisoners In Paradise
12. Always The Pretenders
13. Drink And A Smile
14. Open Your Heart
15. Love Is Not The Enemy
16. Sign Of The Times
17. Start From The Dark
18. Wings Of Tomorrow
19. Carrie
20. Jailbreak (feat. Scott Gorham)
21. Seven Doors Hotel
22. Drum Solo
23. The Beast
24. Let The Good Times Rock
25. Lights Out (feat. Michael Schenker)
26. Rock The Night
27. Last Look At Eden
28. The Final Countdown


Sito Web: http://www.europetheband.com/

matteo.roversi

view all posts

Nerd e metallaro, mi piace la buona musica a 360 gradi e sono un giramondo per concerti (ma non solo per questi). Oltre al metal, le mie passioni sono il cinema e la letteratura fantasy e horror, i fumetti e i giochi di ruolo. Lavorerei anche nel marketing… ma questa è un’altra storia!

5 Comments Unisciti alla conversazione →


  1. marco

    Semplicemente fantastico! Un live da nn perdere!

    Reply
  2. Alessio

    Si, ma peccato che stanno accordati almeno un tono sotto….Joey non è mai stato un gran cantante dal vivo…stecche epocali…grandi interpretazioni..ma ormai la voce è finita… 🙁

    Reply
  3. Giulio B

    io li ho visti 2 volte live in questi ultimi anni e devo dire che mi sono piaciuti un sacco.
    Però l ascolto di questo live-cd mi lascia in parte perplesso (su alcune canzoni Joey non mi sembra proprio al top).
    comunque sono dei grandi.

    Reply
  4. Gio

    Non vedo sinceramente tutto questo entusiasmo, Tempest ha davvero perso un botto vocalmente parlando, a tratti il confronto con i “classici” è imbarazzante, verò è che non tutti sono Klaus Meine. Salvano la barca gli altri membri della band, comunque 6/10 per me, non di più

    Reply
  5. Capitan Andy

    ottimo concerto ma e’ un dato di fatto gia’ da molto tempo che Joey non abbia piu’ i picchi di un tempo…caro Alessio….joey l’ha avuta una gran voce…guardati il live a solna….apici tonali inarrivabili per i piu’ !!! purtroppo l’anagrafe e’ quella e qualche problema alle corde vocali joey l’ha dovuto affrontare. comunque grande carica e divertimento ancora una volta stato di forma comunque migliore dell’ultimo dvd in england!!!

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login