Halford – Recensione: Live At Saitama Super Arena Original Soundtrack

Il Metal God ha spento 60 candeline lo scorso agosto e continua a portare avanti parallelamente ai Judas Priest il suo discorso solista, senza mostrare il minimo segno di cedimento per il tempo che passa. A riprova della sua instancabile attività, esce ora per la sua etichetta il “Live At Saitama Super Arena Original Soundtrack”, che è stato preceduto dal dvd dello stesso concerto, registrato il 10 ottobre 2010 a Tokyo durante il tour promozionale dell’ultimo disco “Halford IV: Made Of Metal”.

Il nostro si presenta in ottima forma, accompagnato dalla sua fedele band, e il disco va a rispolverare pezzi tratti da “Resurrection”, “Crucible” e “Made Of Metal”, toccando la discografia dei Fight e naturalmente dei Judas Priest. Viene del tutto tralasciato il terzo disco, “Winter Songs”, che effettivamente mal si adattava al contesto, decisamente al di fuori dei canoni cui sono abituati i fan (dal sapore natalizio e troppo ricco di ballad). Un po’ come era successo per “Voyeurs” dei Two, anche quest’ultimo del tutto accantonato, troppo in Marilyn Manson-style per un pubblico metal. Il gruppo appare affiatato e potente; l’opener viene affidata come di consueto al granitico heavy metal in crescendo di “Resurrection”, dell’omonimo album.

Sono proposte varie tracce dall’ultimo disco, la tumultuosa “Fire And Ice”, un pezzo che ricorda il sound dei Primal Fear (!) “Undisputed”, “Made Of Metal”, “Like There’s No Tomorrow” e “Thunder And Lightning”. Dei Fight si può ascoltare una potente versione della famosa “Nailed To the Gun”, mentre unico pezzo dell’album “Crucible” è il cupo “Golgotha”. Il cadenzato “Drop Out” è un pezzo facente parte della compilation “Metal God Essentials, Vol. 1”.  Verso la fine del concerto si giunge al momento Judas: ascoltando “Green Manalishi”, “Diamonds And Rust” e “Jawbreaker” (proposte in quest’ordine), pare quasi di sentire le due asce Tipton/Downing (che ci auguriamo tutti di vedere presto di nuovo insieme): i due chitarristi Roy Z. e Mike Chlasciak non sono da meno, offrendo una perfomance eccellente. Solo il basso di Mike Davis risulta un po’ “basso” (se si passa il gioco di parole) e poco presente in alcuni momenti del concerto. Forse colpa della registrazione. Per il resto, il “Live At Saitama” si rivela un ottimo regalo per tutti gli amanti del metal classico, non solo del Metal God.

Deadly as the viper peering from its coil
The poison there is coming to the boil…

Voto recensore
8
Etichetta: Metal God Records

Anno: 2011

Tracklist:

01. Resurrection
02. Made In Hell
03. Locked And Loaded
04. Drop Out
05. Made Of Metal
06. Undisputed
07. Nailed To The Gun
08. Golgotha
09. Fire And Ice
10. Green Manalishi (With The Two-Pronged Crown)
11. Diamonds And Rust
12. Jawbreaker
13. Cyber World
14. Like There’s No Tomorrow
15. Thunder And Lightning


Sito Web: http://robhalford.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login