Ranfa – Recensione: Little Hard Blues

Se pensate che questo non sia altro che il “solito” album di rock blues fatto un po’ per gioco e un po’ per amore del genere, vi sbagliate di grosso. Il numero impressionante di ospiti speciali compresi all’interno del lavoro del toscano Andrea “Ranfa” Ranfagni, tra i quali figurano personaggi come James Christian, Ian Paice e Roberto Tiranti (giusto per dire i più conosciuti), fa capire come ci troviamo di fronte a uno di quei personaggi che hanno veramente qualcosa da dire al panorama musicale italiano.

I brani di questo “Little Hard Blues”, un po’ come dice il titolo, alternano rock e blues in dosi sostanzialmente uguali, passando da “Mars”, melodia veloce e nettamente orientata al rock, a “It Will Not Be The Blues”, episodio marcatamente più triste e improntato su melodie lente e atmosfere più tristi, incentivate anche dal contributo dell’hammond. Ma l’impronta generale dell’album è portata all’ottimismo e ai sentimenti positivi, come fanno ben capire “New Baby…Little Love”, che Ranfa dedica esplicitamente ai propri figli e a tutti i bambini del mondo, e la vivace “Forget My Boogie”, uno dei brani in cui fanno capolino i fiati a sostenere la voce. Anche la title track (dove canta James Christian) invoglia all’allegria e al ballo, nonostante un testo che parla di un amore che rasenta la disperazione, mentre è dichiaratamente più positiva “Mrs. Hope”, quasi interamente giocata su chitarra e cori e con uno stile che ricorda quello del gospel nero. “Little Hard Blues” si può quindi considerare come una specie di inno alla vita in tutti i suoi aspetti, con una prevalenza per quelli positivi. L’immagine del retro di copertina, in cui Ranfa stringe in un abbraccio la sua famiglia, è indicativa per questo. Nei momenti di sconforto è d’aiuto.

Voto recensore
7
Etichetta: Tentacles Records

Anno: 2007

Tracklist: 01. Everybody Knows
02. Mars
03. Forget My Boogie
04. Just Got Paid
05. It Will Be Not This Blues
06. Who Needs Them?
07. May Day
08. New Baby... Little Love
09. Mrs. Hope
10. Little Hard Blues
11. I Learned My Lesson Well
12. Easy Woman

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login