Antimatter – Recensione: Lights Out

Una sirena marziale sibila in lontananza.

Un fuggiasco riesce a dileguarsi strisciando al di sotto dell’acuminato e rugginoso filo spinato. Intravede il chiarore della luna che preannuncia per lui una nuova esistenza…

Tremendamente ferito viene però raggiunto dal nemico, catturato e condannato all’istante. Una ruvida garza ne avvolge lo sguardo prima dell’esecuzione, eppure lui la lacera deciso…

Brama intravedere ancora quel bagliore che lo aveva illuso per l’ultima volta.

La precisa effigie del suo sguardo in quel dato istante è esattamente ciò che implode drammaticamente da ‘Lights Out’.

I loop/sample trip-hop a la Massive Attack, le atmosfere mistiche e i tenui incroci vocali di Mick Moss, Duncan Patterson e Hayley Windsor della title-track fanno lui capire che è veramente la fine…

Le ambientazioni intimiste e psichedeliche di ‘Everything You Know Is Wrong’ lo fanno interagire cerebralmente con i suoi passati pensieri…

Le fitte tenebre riprendono il sopravvento: ‘In Stone’ martella le sue sinapsi fino a farle esplodere, le sue grida disperate si percepiscono a miglia di distanza… ‘The Art Of A Soft Landing’ rappresenta l’ultima virulenta reazione al suo pietoso destino, i fantasmi di David Gilmour e Roger Waters riescono a placarlo, nel mentre l’ufficiale nemico declama pubblicamente gli estremi della pena capitale…

In ‘Reality Clash’ gli illusori pensieri di una agognata libertà si rinnovano prepotentemente mentre in ‘Expire’ giungono interrogativi sull’ascesa nella dimensione ultraterrena: sognanti ancora i vocalizzi di Moss su sprezzanti tappeti drum’n’bass…

Incantevoli i leggiadri slanci di Michelle Richfield in ‘Dream’ (che la elevano quasi ai livelli della inarrivabile Beth Gibbons), che attenuano i suoi infiniti, dolorosi spasmi conducendolo come in un’allucinazione onirica morbosa, al vero e proprio epilogo… L’elegiaca ‘Terminal’ ne celebra accoratamente il trapasso, in uno scenario di tristezza infinita…

Lights out…

Nessuna speranza, spiraglio di luce o vano miraggio esistono più…

Voto recensore
9
Etichetta: Prophecy / Audioglobe

Anno: 2003

Tracklist:

Lights Out

Everything You Know Is Wrong

The Art Of A Soft Landing

Expire

In Stone

Reality Clash

Dream

Terminal


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login