Sargeist – Recensione: Let The Devil In

Ripetiamo un concetto più volte sottolineato dal nostro portale: difficile suonare black metal tradizionale senza incappare in tanti e fastidiosi clichè. Onore al merito a chi riesce in un’impresa che richiede un certo impegno, quello di suonare con personalità (non necessariamente sinonimo di originalità) e dare il meglio sfruttando una formula obsoleta. E’ quanto i finlandesi Sargeist offrono da alcuni anni a questa parte. Primitivi, minimali, a modo loro terrorizzanti senza eludere soluzioni melodiche di un certo respiro né brani dal profondo opus drammatico. Tutto questo è “Let The Devil In”, un album che, al di là delle liriche come sempre opinabili, inanella una serie di episodi vincenti, straordinariamente epici nel semplice accostamento tra i tappeti di riff impostati spesso al mid tempo e tastiere solenni ma non invasive. Le costruzioni melodiche non sono di certo complesse, ma le canzoni riescono a mantenere sempre viva l’attenzione, garantendo soprattutto una risposta emozionale all’ascolto. In questo senso è inutile circoscrivere alcuni episodi e portarli ad esempio, ma dobbiamo comunque parlare di “Twilight Breath Of Satan”, un brano che possiede una notevole grandeur, corredato da un supporto melodico avvolgente e onirico. Tutto questo senza rinunciare all’attitudine né ai crismi del panorama sotterraneo. Bravi davvero.

Voto recensore
7
Etichetta: Moribund / Masterpiece

Anno: 2010

Tracklist: 01. Empire of Suffering
02. A Spell To Awaken The Temple
03. From The Black Coffin Lair
04. Burning Voice Of Adoration
05. Nocturnal Revelation
06. Discovering The Enshrouded Eye
07. Let The Devil In
08. Sanguine Rituals
09. Twilight Breath Of Satan
10. As Darkness Tears The World Apart

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login