Kaledon – Recensione: Legend Of The Forgotten Reign – Chapter 6: The Last Night On The Battlefield

Il pubblico tende ad affezionarsi ai personaggi e alle loro storie quando sono riproposte in serie. Basti pensare al successo dei fumetti, longevi nel corso di cinquant’anni, alle serie tv, o ai protagonisti delle saghe del cinema horror, da Jigsaw a Jason a Freddy Kruger. Capita così, che anche nella musica, alcune band (i Rhapsody Of Fire su tutti), portino avanti epopee in cui si snodano, album dopo album, le vicende dei protagonisti. Questo è anche il caso dei Kaledon che giungono con “The Last Night On The Battlefield” al sesto capitolo (e ultimo?) dell’ormai consolidata “Forgotten Reign Saga”. La proposta della band capitolina, maturata completamente con il lavoro precedente e con l’ingresso di Marco Palazzi alla voce, non si discosta poi troppo dal power metal di stampo teutonico che ben conosciamo, pur mostrando spunti degni di nota. Cavalcate epiche si alternano a momenti speed, tra passaggi sinfonici ed arrangiamenti settantiani, ben amalgamati tra loro dal tastierista Daniele Fuligni. L’opener “The Way To Home”, con il suo deciso incedere chitarristico, ha il sapore di un gustoso cocktail di benvenuto, grazie a melodie vincenti, mentre la compassata “Power In Me”, ci mostra il lato più dolce ed emozionante della band. L’episodio più riuscito di “TLNOTB” è senza dubbio la furiosa “Sorumoth”, dove fa capolino una rabbiosa voce black su un tappeto di organi tenebrosi, vicini ai Dimmu Borgir. I Kaledon viaggiano spediti sui binari dell’heavy power, presentando nove song potenti, che non lasciano mai calare la tensione dell’ascoltatore. Certo, come in ogni storia del Dr. House o di C.S.I., manca del tutto l’effetto sorpresa, eppure perderne una puntata, per un fan che si rispetti, sarebbe di sicuro peccato mortale.

Voto recensore
7
Etichetta: Scarlet Records / Audioglobe

Anno: 2010

Tracklist:
01. The Way To Home
02. Last Days
03. Power In Me
04. Coming Back To Our Land
05. Sorumoth
06. Surprise Impact
07. Black Clouds
08. Demons Away
09. May The Dragon Be With You

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login