Lacuna Coil – Recensione: Live From The Apocalypse

Che ci piaccia o meno, l’anno (e mezzo, quasi!) di pandemia che ci stiamo faticosamente lasciando alle spalle ha reso necessario inventarsi nuovi metodi per fruire delle esibizioni live delle proprie band preferite. I concerti in streaming si sono presto rivelati lo strumento privilegiato dai gruppi (metal in primis) per poter mantenere un contatto coi propri fan e, al tempo stesso, per permettere alle proprie crew di tornare a rivivere per una sera una piccola parvenza di normalità – ovviamente in attesa di tempi migliori.

I nostrani Lacuna Coil non hanno voluto essere da meno, dando appuntamento lo scorso 11 settembre 2020 ai propri sostenitori per una serata evento sulla app A-Live. Lo show, che è andato in onda da un Alcatraz di Milano rigorosamente a porte chiuse (l’accesso era consentito esclusivamente agli addetti ai lavori), è ora confluito nella pubblicazione di un CD e DVD, dal provvidenziale titolo “Live From The Apocalypse”.

In effetti, a livello visivo, l’effetto apocalittico c’è tutto: i cinque membri della band si muovono su un palco che, senza la rumorosa cornice del pubblico, appare persino più grande di quanto non sia; sono di bianco vestiti e si stagliano contro una scenografia dal sapore quasi funereo, rendendo davvero l’idea di reduci di una guerra non ancora finita… una sensazione che all’inizio trasmette un non so che di sinistro, ma che lascia rapidamente spazio all’emozione positiva che trasuda dai volti del quintetto meneghino.

L’apertura è subito di altissimo livello, affidata alle atmosfere dark e vagamente allucinate di “Anima Nera” (che ci sentiamo di suggerire a Dario Argento come soundtrack per uno dei prossimi film), per poi sfociare, al grido di “We are the Anima!”, nella rabbiosa “Sword Of Anger”, che fa rimpiangere di non essere fisicamente fra le prime file a fare casino. Che la band non si stia limitando ad un esercizio da sala prove appare comunque chiaro fin da subito: la sinergia tra i ragazzi è forte, così come la voglia di fare dono di una bella serata al proprio pubblico.

La passione che Cristina Scabbia porta sul palcoscenico è ormai una comprovata certezza. La sua performance è impeccabile dall’inizio alla fine, sia quando con la sua voce ci delizia con brani mai eseguiti prima in un live, tra cui “Now Or Never”, “Through the Flames”, “Black Feathers” e una superlativa “Bad Things”, sia quando, sorprendendoci con un elegantissimo cambio d’abito, si esibisce in una toccante versione acustica di “Save Me”, accompagnata al pianoforte da Silvia Zanaboni, a chiudere il concerto in grande stile.

Va dato il giusto credito anche ad Andrea Ferro, che sempre meglio interpreta le proprie parti in growl dialogando alla perfezione con la sua controparte femminile. I due, che dopo oltre vent’anni trascorsi calcando i palcoscenici di mezzo mondo si intendono con uno sguardo, sanno ricamare momenti di grande intensità emozionale – ne è la prova il duetto di “Veneficium”, uno dei momenti culminanti dello show.

Alla fine del disco (o del DVD, se vorrete vivere un’esperienza ancora più immersiva), il feeling che prevarrà potrebbe avere un retrogusto parzialmente amaro per non essere potuti essere lì a sudare e cantare – del resto, le sensazioni e le vibrazioni irripetibili di un “vero” live mancano a tutti da molto, troppo tempo. Ciononostante non si potrà non apprezzare la grande attenzione – sia a livello sonoro, che di impatto visivo – che la band ha dedicato a questa performance, preparata nei minimi dettagli e portata a casa con determinazione e voglia di farsi ascoltare di nuovo, quasi a volersi proporre come antidoto a questi tempi così bui.

Etichetta: Century Media Records

Anno: 2021

Tracklist: 01. Anima Nera 02. Sword Of Anger 03. Save Me 04. Now Or Never 05. Reckless 06. Through The Flames 07. Apocalypse 08. Black Feathers 09. Under The Surface 10. The End Is All I Can See 11. Veneficium 12. Black Dried Up Heart 13. Bad Things 14. Layers Of Time 15. Black Anima 16. Save Me (Apocalypse Version)

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login