Lacrimas Profundere – Recensione: Hope Is Here

“Hope Is Here” è l’undicesimo studio album dei tedeschi Lacrimas Profundere, band con ben ventitrè anni di storia alle spalle. La fondazione del gruppo risale al 1993 e inizialmente dedito alle derive doom/death di quei tempi, l’ensemble si sposta negli anni successivi verso sonorità gothic rock/metal più o meno disimpegnate, complici anche i cambi piuttosto repentini della line-up, dove l’unico membro rimasto dalla formazione originale è il chitarrista e mastermind Oliver Nikolas Schmid.

A giudizio di chi scrive, il gruppo bavarese ha confezionato una serie di buoni dischi di genere con la giusta competenza e passione, ma in un periodo di attività tanto lungo non ha mai fatto il cosiddetto botto grazie a un’opera da ricordare. Una tendenza seguita anche dal nuovo “Hope Is Here”, un disco che rappresenta una sicurezza per i fan della band e in generale, per chi apprezza questo gothic rock malinconico ma accattivante quando serve.

Ecco che i Lacrimas Profundere inanellano dodici tracce assolutamente gradevoli ma prive di sorprese o particolari sussulti, considerando come tutto sia già stato detto e ridetto in un arco di almeno quindici anni. Il canale espressivo è sempre quello di un metal edulcorato dove abbondano le soluzioni melodiche (siano esse arrangiamenti orchestrali o leggeri pastiche elettronici), un mood sofferente e malinconico, dei refrain piuttosto immediati e il crooning lacrimevole del bravo Rob Vitacca.

Poco importa che si tratti di brani mnemonici, quasi sfacciati e con tutte le potenzialità del singolo come “My Halo Ground” e l’intrigante “Pageant”, oppure con un maggiore groove metallico (“A Million Miles”, “Awake”), “Hope Is Here” scorre liscio e senza intoppi e conferma i Lacrimas Profundere come una valida realtà di settore, ormai immobile da tempo ma che tutto sommato riesce ancora a intrattenere in modo credibile.

Lacrimas-Profundere-Hope-Is-Here-cover

 

Voto recensore
6,5
Etichetta: Oblivion/SPV Records

Anno: 2016

Tracklist:  01. The Worship Of Counting Down  02. My Halo Ground  03. Hope Is Here  04. Aramis  05. A Million Miles  06. No Man's Land  07. Pageant  08. You, My North  09. Awake  10. The Path Of Broken Homes  11. Timbre  12. Black Moon
Sito Web: http://www.lacrimas.com/

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login