Korpiklaani – Recensione: Noita

Tre anni dall’appena uscito “Noita” (strega) al precedente “Manala” rappresentano forse la maggior novità legata alla nuova release dei Korpiklaani che ci hanno abituato a un ritmo forsennato di un CD ogni anno o al massimo ogni due.

Per il resto “Noita” si mantiene saldo sui lidi del folk metal che i fan dei finlandesi conoscono bene anche come humppa metal, ossia una fusione a freddo di metal classico e lo stile folk tipico della nazione della band.

Elemento della recente release è una vena malinconica ed a tratti triste che continua il percorso iniziato con “Manala”. Questa caratteristica è riconoscibile a partire dall’artwork che raffigura la nota mascotte dei Korpiklaani, lo sciamano, che segue, torcia in mano, una sorta di marcia/celebrazione funebre. I testi come di consueto sono in finlandese e narrano diversi racconti della ricca mitologia finnica.

Questo velo di tristezza è ben riscontrabile in tracce come l’ottima “Lempo”, cadenzato dal sapore antico o in “Minä Näin Vedessä Neidon”, brano riflessivo in cui le ritmiche si fanno soffuse e le atmosfere profonde e cupe (emozionanti le parti folk di fisarmonica).

Affascinante e più seriosa anche “Jouni Jouni”, dominata dal violino e caratterizzata da una ritmica cadenzata e potente, quasi epic metal.

Si può poi notare maggiore freschezza per quanto riguarda la sezione della band dedicata al folk puro grazie all’ingresso del nuovo violinista, Tuomas Rounakari, nonché del nuovo fisarmonicista Sami Perttula. Infatti l’impatto di questi strumenti è forse maggiore rispetto al passato, come si può riscontrare nella scatenata “Luontoni” o nella veloce “Kylästä Keväinen Kehto” (irresistibile la parte centrale, melodica e trascinante in stile classic metal).

Mediamente è comunque evidente che la maturità raggiunta in “Manala” sia stata mantenuta in questo “Noita”; senza andare in cerca di pericolose variazioni.

Voto recensore
7,5
Etichetta: Nuclear Blast

Anno: 2015

Tracklist:

01. Viinamäen Mies
02. Pilli On Pajusta Tehty
03. Lempo
04. Sahti
05. Luontoni
06. Minä Näin Vedessä Neidon
07. Jouni Jouni
08. Kylästä Keväinen Kehto
09. Ämmänhauta
10. Sen Verran Minäkin Noita


Sito Web: http://www.korpiklaani.com/

leonardo.cammi

view all posts

Bibliotecario appassionato a tutto il metal (e molto altro) con particolare attenzione per l’epic, il classic, il power, il folk, l’hard rock, l’AOR il black sinfonico e tutto il christian metal. Formato come storico medievalista adora la saggistica storica, i classici e la letteratura fantasy. In Metallus dal 2001.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login