Breach – Recensione: Kollapse

Avevamo interrotto il discorso con ‘Venom’. Ci era parso che la band avesse avuto il suo picco, lo stallo creativo dopo una gemma di indubbio valore. Ci eravamo sbagliati. Da lì gli scandinavi sono andati oltre, anche al di là della propria rabbia, quella medesima che viene controllata nel nuovo lavoro, trattenuta (a stento) da una matrice post-rock in lenta mutazione. L’apertura in crescendo di ‘Big Strong Boss’ è proprio il biglietto da visita che spiazza e collide con ‘Old Ass Player’, degno contraltare e prima rivelazione delle voci dei demoni che abitano un Tomas davvero sopra ogni possibile riga. Fra interludi e possibili arrognaze date da chi pare cosciente di avere qualcosa di malsano da dire, passando per il post-punk di ‘Lost Crew’ si giunge ad una ‘Teeth Out’ che coniuga l’imprescindibile Breachiano con ogni scoria malata che sia entrata con loro in contatto, altre vite comprese, senza bisogno di parole. O di voce. O di testi. ‘Mr Marshall’ rischia di diventare un manifesto alternato e alternante di realtà, sicuramente è una delle migliori canzoni uscite nel nuovo millennio, in un’ecomomica suzione di distorsioni e declamazioni, indefinibile verbalmente. Risponde anche al trend dell’anno alternativo, questo ‘Kollapse’ e lo fa proprio con la traccia che intitola il lavoro, la più lunga del lotto, l’ennesima sostaziosa tranche di sensazioni mute, vibranti, che puntano il dito verso la medesima meta dei Cave In di ‘Jupiter’ lasciando intravedere nuovi posti da esplorare. In definitiva, un’ulteriore prova andata a buon fine da una band dalla quale ci si attendeva molto. Le rosee aspettative potevano presumere che ‘Kollapse’ fosse un ottimo disco dell’annata, ma la realtà alle orecchie è andata oltre, spingendosi sui confini di un duello per le prime posizioni di disco dell’anno, nonostante la grande concorrenza che c’è là fuori.

Voto recensore
9
Etichetta: Burning Heart / Self

Anno: 2001

Tracklist:

Tracklist: Big Strong Boss / Old Ass Player / Sphincter Ani / Alarma / Lost Crew / Teeth Out / Breathing Dust / Mr Marshall / Seven / Murder Kings And Killer Queens / Kollapse


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login