Ken Mode – Recensione: Success

“Success” è il titolo programmatico del sesto studio album dei canadesi Ken Mode, realtà inscrivibile nel calderone post-hardcore d’oltreoceano ma interessata da sonorità trasversali che chiamano in causa attitudine punk, noise rock e sludge.

Come sottolineato dal nostro portale in occasione dell’uscita del precedente “Entrench”, il three-piece di Winnipeg non stordisce l’ascoltatore con dinamiche particolarmente complesse o violente, ma accoglie, nel suo contesto pur abrasivo e nervoso, soluzioni atmosferiche e melodiche che rendono l’ascolto godibile e non difficile da metabolizzare.

Certo Jesse Matthewson resta un urlatore di prim’ordine e la sua voce non lesina grida a gola rossa, soprattutto quando i brani sono costruiti sulle distorsioni della sua chitarra (“Blessed”, “I Just Liked Fire”), ma i nostri, mantenendo il piede stabile sull’acceleratore, non risparmiano momenti più rilassati e testimoni di come la varietà esecutiva sia ormai una caratteristica del gruppo. Ne è un esempio il punk rock scanzonato e coinvolgente di “These Tight Jeans”, pezzo sporco e veloce, oppure il blues estremizzato di “The Owl…”, che nei suoi riverberi sludgy accoglie le ariose melodie di un violoncello.

La chitarra di Jesse guadagna versatilità e nei brani guidati dal basso “grosso” e pulsante di Skot Hamilton, si avvertono delle interessanti divagazioni post-punk che danno ai brani un tocco di rigore e malinconia inaspettata (“Dead Actors”, “Management Control”), ben accompagnate da un refrain gradevole e coinvolgente. Tali soluzioni trovano poi una nemesi in episodi come “Failing At Fun Since 1981” e la già citata “I Just Liked Fire”, riverberate e dalle strutture nervose.

Una varietà che non implica confusione nelle azioni, anzi mostra i Ken Mode cresciuti come una solida realtà di settore, intenta a mutuare il proprio sound con numerose soluzioni senza far venire meno il groove muscolare della scena hardcore di riferimento.

Voto recensore
7
Etichetta: New Damage Records

Anno: 2015

Tracklist:

01. Blessed
02. These Tight Jeans
03. The Owl…
04. I Just Liked Fire
05. Management Control
06. A Passive Disaster
07. Failing At Fun Since 1981
08. A Catalog Of Small Disappointment
09. Dead Actors


Sito Web: http://www.ken-mode.com/

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login