Sepultura – Recensione: Kairos

Una nuova fatica per la band del “vecchio” Andreas Kisser e un recente e prestigioso contratto con un’etichetta come la Nuclear Blast.  Quanto di meglio si possa chiedere per muoversi con agilità nel mondo del metal europeo.

Nonostante queste buonissime premesse, ed un lavoro precedente sostanzialmente riuscito come “A-Lex”, questo nuovo “Kairos” non raggiunge quegli standard che sarebbe legittimo aspettarsi da una band che cerca incessantemente di riacquistare un ruolo di prima fascia sin dai tempi dell’abbandono di Max Cavalera.

I brani sono infatti in gran parte indirizzati alla ricerca di un groove che funzioni da sintesi tra il vecchio extreme – thrashcore cadenzato e una più moderna (ma non troppo) visione delle strutture compositive che potremmo definire industrial-metal con aperture melodiche vagamente sperimentali.

L’idea non sarebbe neanche malvagia e per alcuni brani funziona in modo eccellente. ”Spectrum”, “Kairos”, “Born Strong” e “Mask” sono tutto sommato song dalla forma semplicistica, ma dotate del giusto impatto e coinvolgimento.

Il problema viene però fuori alla lunga, quando il disco mostra tutta la sua mancanza di varietà nei contenuti: “Relentless” fa quasi tenerezza per quanto cerca di copiare il vecchio materiale e canzoni anonime come “Seethe” e “None Will Stand” lasciano inalterati i limiti di una band che nonostante gi sforzi non riesce a recuperare le qualità personali di un tempo. Derrick Green rimane infatti un cantante dalla timbrica anonima e l’incisività costante che ha garantito ai Sepultura la fama immortale è invece riscontrabile solo a piccole dosi.

“Kairos” non è una schifezza, ma rimane un lavoro che suona troppo datato e monotono per fare intravedere sviluppi futuri e altrettanto scarsamente riconducibile al periodo migliore della band per soddisfare la voglia dei nostalgici di ascoltare un altro “Arise” o “Chaos A.D.”.

Un passo indietro che non ci aspettavamo.

Voto recensore
5,5
Etichetta: Nuclear Blast

Anno: 2011

Tracklist:

01. Spectrum (04:03)
02. Kairos (03:37)
03. Relentless (03:36)
04. 2011 (00:30)
05. Just One Fix (Ministry cover) (03:33)
06. Dialog (04:57)
07. Mask (04:31)
08. 1433 (00:31)
09. Seethe (02:27)
10. Born Strong (04:40)
11. Embrace the Storm (03:32)
12. 5772 (00:29)
13. No One Will Stand (03:17)
14. Structure Violence (Azzes) (05:39)
15. 4648 (00:27)


Sito Web: http://www.myspace.com/Sepultura

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login