John Diva & The Rockets Of Love – Recensione: American Amadeus

A distanza di tre anni dal valido “Mama Said Rock Is Dead” tornano quei pazzerelli dei John Diva & The Rockets of Love con il nuovo album in studio intitolato “American Amadeus”. In tempi così difficili e con poche certezze questo nuovo platter è proprio una boccata di ossigeno che serve a staccare la spina e a lasciarsi andare alle bordate di irriverente rock’n’roll proposto da questi cinque loschi figuri. L’album contiene dodici pezzi nuovi di zecca e altre tre bonus track presenti solo per l’edizione in vinile.

E’ stato prodotto da Michael Voss che ha anche composto alcuni brani insieme al gruppo, “Champagne On Mars” e “This Is Rock’N’Roll” ed inoltre troviamo anche il coinvolgimento di Hannes Braun, cantante dei Kissin’ Dynamite partecipe anche lui nella stesura di alcune tracce come il primo singolo, l’irresistibile e scoppiettante “Bling Bling Marilyn”. Ma tutto l’album nella sua interezza è un concentrato di hard rock adrenalinico che rimanda ai fasti degli anni ottanta e alle band della scena losangelina il tutto arricchito da una vena ironica e un voler non prendersi troppo sul serio che giova all’album rendendolo frizzante e frivolo quanto basta.

Il motore si accende con la tosta “Voodoo, Sex & Vampire” bisognosa di essere ascoltata al massimo volume a cui segue la scintillante e glamour “American Amadeus” con tanto di sfarzosi cori operistici di sottofondo. “Soldier Of Love” è incalzante e sfacciatamente ruffiana quanto basta, mentre “Weekend For A Lifetime” è anthemica all’ennesima potenza e stradaiola al punto giusto, ideale come sottofondo per una qualunque serata ad alto tasso alcolico. L’epica ballata “Karmageddon” rallenta un po’ il ritmo, ma non l’intensità che si accentua ancora di più con la sleazy  “Wasted (In Babylon)” che ci regala del movimentato ed irrefrenabile divertimento.

Con l’ariosa e sbarazzina “Movin’ Back To Paradise” c’è una maggiore volontà di mettere in risalto la vena melodica della band, mentre con “Drip Drip Baby” si fa un tuffo nel passato ai Poison dell’epoca d’oro di “Unskinny Bop”. In conclusione troviamo “This Is Rock’N’Roll” brano catchy e orecchiabile  che si stampa subito in testa  e ”2 Hearts”, un bel lento coinvolgente e sentito che sigilla questo “American Amedeus”, un album irriverente, appariscente, kitch e assolutamente irresistibile caratterizzato da grandi ritornelli e da melodie accattivanti, praticamente è impossibile resistergli. Consigliatissimo agli amanti del genere.

Etichetta: Steamhammer/SPV

Anno: 2021

Tracklist: 01. Voodoo, Sex & Vampires 02. American Amadeus 03. Soldier Of Love 04. Bling Bling Marilyn 05. Champagne On Mars 06. Weekend For A Lifetime 07. Karmageddon 08. Wasted (In Babylon) 09. Movin’ Back To Paradise 10. Drip Drip Baby 11. This Is Rock’N’Roll 12. 2 Hearts
Sito Web: http://www.johndiva.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login