Astral Doors – Recensione: Jerusalem

Dopo la scomparsa dell’immenso Ronnie James Dio si è creato un vuoto incolmabile nel mondo del metal e, forse per la prima volta, ci siamo resi conto che anche gli dei della nostra musica non vivranno in eterno.

Nel ricambio generazionale che stenta a trovare degni eredi delle vecchie glorie potremmo collocare anche questi Astral Doors, autori di una prestazione soddisfacente col loro ultimo lavoro.

 

Attivi ormai da qualche anno si ripresentano sulle scene con “Jerusalem” che, già dal titolo, ci fa capire come le tematiche facciano ancora una volta riferimento a motivi religiosi e storici. Indubbiamente uno dei punti di forza della band svedese è il cantante Nils Patrik Johansson, degno epigono del vecchio Dio.

Il sound degli svedesi può essere descritto come un’ipotetica versione ipervitaminizzata e metallizzata dei Rainbow d’annata, con melodie, tastiere e voce in grande spolvero, anche se sembrano un po’ sottotono rispetto ai tempi del fenomenale assalto sonoro di “Bride of Christ”. L’apertura è energica con una canzone degna di nota come “7th Crusade” con un Johannson ruggente che cerca di proseguire sulla scia del proprio mentore, come si nota anche da alcuni titoli delle canzoni (“Child of Rock’n roll” dice già tutto…). Tra i picchi dell’album possiamo citare il mid tempo “Pearl Harbour” con un refrain orecchiabile e potente al tempo stesso, che ci rimanda anche ad alcuni lavori solisti degli anni ’80 di Ozzy a livello chitarristico ed il più soffuso “Lost Crucifix”, dove spiccano i cori ed ancora una volta la prestazione del singer, prima di un finale malinconico affidato all’arpeggio di una chitarra.

 

Dal momento che si avvicina Natale ed è tempo di regali se siete alla ricerca del “figlio di Dio” questo è un disco onesto, composto da una band che ci mette sempre e comunque l’anima.

Voto recensore
6,5
Etichetta: Metalville

Anno: 2011

Tracklist:

01. 7th crusade

02. With a stranger’s eye

03. Child of Rock’n roll

04. Pearl Harbour

05. Lost crucifix

06. Babylon rise

07. Suicide rime

08. The battle of Jacob’s Ford

09. Operation freedom

10. The day before yesterday

11. Jerusalem


Sito Web: http://www.astraldoors.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login