Badmotorfinger – Recensione: It’s Not The End

Quello dei Badmotorfinger, band orbitante attorno a Bologna nata nel 2006 ad opera di fratelli Mengoli (entrambi chitarristi, uno dei due membro per diversi anni dei Tarchon Fist di Luciano Tattini), è un disco d’esordio dal sound solido e pesante, nato dall’esigenza, come dichiara la stessa band, di riprodurre quanto più fedelmente possibile il suono dei live. Pochissimi arrangiamenti quindi, pochi cori di accompagnamento e poche partecipazioni di ospiti speciali, la cosa più importante diventa sparare in faccia all’ascoltatore una serie di ritmiche e di riff forti ed efficaci.

“It’s Not The End” dà l’impressione di essere un lavoro costruito principalmente attorno alle chitarre, il che è un bene sotto tutti i punti di vista, perché i due strumenti svolgono un lavoro egregio, curato in tutte le situazioni; per quanto riguarda invece la voce solista, di cui si occupa Il Reverendo, se da una parte mostra una certa versatilità e un timbro basso piuttosto insolito, che suscita interesse, dall’altra ha ampi margini di miglioramento, soprattutto per quanto riguarda la pronuncia inglese. A loro volta, i brani trattano temi di ampio respiro, dal messaggio positivo “Brand New Day”, che ci invita a lasciarci alle spalle le paure e a guardare al futuro con fiducia, al bisogno di credere in un qualcosa oltre la morte nella lenta ed affaticata “Afterlife”. La cover finale di “Rock’n’Roll” dei Motörhead è a sua volta un dichiarazione di intenti, per una band che, seppure con certe possibilità di miglioramento, ha già mostrato alla sua prima uscita discografica di avere le idee ben chiare e di saper pensare a contenuto e forma allo stesso modo.

Voto recensore
6.5
Etichetta: logic(il)logic / Andromeda

Anno: 2013

Tracklist:

01. Introduction
02. The Fear
03. Ghost
04. Ride The Storm
05. Loser
06. Nightmares
07. Brand New Day
08. No Second Chance
09. Afterlife
10. Beginning Of The End
11. Rebel
12. Inside Insanity
13. Rock’n’Roll


Sito Web: https://www.facebook.com/BADMOTORFINGER.BAND

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login