Insex – Recensione: Inside Insane Insex

Hard rock, love metal ed elettronica fusi assieme? Si avete letto bene, tutto questo è possible, basta accappararsi il disco d’esordio degli Insex, per averne un assaggio. Il giovane gruppo italiano ha in breve tempo scatenato l’interesse sia dei fan che degli addetti ai lavori, merito dell’ep “Insex Me”, pubblicato nel 2010 e grazie ai tantissimi download effettuati anche dall’estero, si è creata una grande aspettativa nei confronti della band.

Dopo l’uscita  di un primo singolo, “Wonderful” e della cover di “Can’t Help Falling In Love” di Elvis Presley, reinterpretata a loro modo, dando una connotazione più viziosa al pezzo e stravolgendo il finale infarcendolo di elettronica e ritmi da dance floor, ora la band tenta il grande passo con l’uscita del primo full-length. Innanzitutto c’è da segnalare che il disco in questione, non ha nulla da invidiare alle produzioni estere e i pezzi sono tutti molto validi e vari, si passa da brani come “Back To Samaleh”, che parte lenta e suadente, per poi sfociare in un brano dal groove irresistibile, a song come “Happy Birthday”, un pezzo che ricorda una versione più rock dei tedeschi Cinema Bizzarre nella parte iniziale, soprattutto a livello vocale, per poi cambiare registro e diventare più dura ed incisiva. Altro bel pezzo è “Hindu”, un brano dalle mille sfaccettature, un mix di London After Midnight, Cinema Bizzarre e il romanticismo dei primi Him, un pezzo da ascoltare in penombra, illuminati solo dalla luce misteriosa e  fioca della luna.

Si cambia registro con “Loose Control”, brano ruffianissimo che non avrebbe sfigurato sulle vecchie produzioni della band di Ville Valo, mentre con la conclusiva “Pray Me”, si ha modo di vedere il lato più soft della band, in una ballad molto coinvolgente ed intensa. Davvero una bella sorpresa questi Insex, una formazione che potrebbe riservarci tante belle sorprese in futuro  e questo “Inside Insane Insex”, merita sicuramente più di un ascolto, consigliato agli amanti dell’elettronica più ruffiana, del love metal o come le fan russe li hanno battezzati di recente del sex metal.

Voto recensore
7,5
Etichetta: Miraloop Hearts Records

Anno: 2011

Tracklist:

01. Pray Me
02. Six Six Six
03. Happy Birthday
04. Tequila The Queen Of Manila
05. Wonderful
06. Hindu
07. Loose Control
08. Come To Me
09. Can’t Help Falling In Love
10. Back To Samaleh
11. Pray Me


Sito Web: Sito: http://www.insexofficial.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login