Suspiria Profundis – Recensione: In War Against Satan

Vede finalmente la luce ‘In War Against Satan’ il primo album di puro ed incontaminato un-black metal italiano, ossia di black metal con testi di ispirazioni cristiana. Nel merito parliamo del debutto dei Suspiria Profundis, one man band che vede come protagonista assoluto Azazel (basso, chitarra, programming, effetti e voce), già all’opera con altri progetti di christian metal come i Dusk, dediti ad uno stile funeral black doom. In realtà con i Dusk Azazel aveva già fatto uscire un altro lavoro che però non poteva pienamente inserirsi nel filone black cristiano, sia per la musica (più doomeggiante e ambient) sia per i testi che abbracciavano maggiormente il filone depressive-funeral e inserivano il messaggio cristiano in modo velato.

Con ‘In War Against Satan’ il discorso cambia radicalmente poichè dalla title-track stessa in poi le tematiche trattate sono assolutamente in linea con i progenitori di questa corrente, ossia gli Horde; di conseguenza abbiamo brani che parlano di un attacco vero e proprio che proviene questa volta dall’altra parte della barricata, come può evincersi da titoli come ‘Destroy The Satanic Pantheon’ (brano violentissimo cantato in italiano) o ‘Rage Against The Beast’.

Basti citare questo passaggio della bonus track ‘Power Of God’ (cantata in italiano) per intenderci sulla direzione estrema delle lyrics presenti: “In alto la spada manda il segnale, l’attacco dal trono di Dio! / Uniti avanziamo senza paura, pronti al fianco del Cristo / L’ora è giunta, la Guerra Finale, vendetta del Suo dominio! / Gridan legioni di santi guerrieri contro demoniche orde / Potere di terra, dell’aria e dell’acqua e il fuoco per divorarli!”

Gli Horde in realtà sono un’icona di riferimento solo dal punto di vista tematico in quanto a livello strumentale i Suspiria Profundis, sebbene possano ascriversi al filone raw black, diretto e sporchissimo, preferiscono inserire atmosfere e parti ambient. In questo senso i nostri sono più vicini a band come i Fire Throne o gli Hortor o ancora gli Elgibbor, senza arrivare ai toni epici delle band citate. Di conseguenza in questo CD si passa da brani più atmosferici come la title-track ad altri cadenzati come ‘Rage Against The Beast’, in cui troviamo come ospite alla voce Sighrd, che utilizza un growl più profondo e meno acuto di Azazel con cui per l’appunto duetta.

Torniamo ad un black ambient con l’inno ‘Holy Unblack Metal’, vero manifesto della band, che inizia con una parte narrata ed esplode poi in un pezzo non eccessivamente veloce che si caratterizza per un’enfasi quasi epica.

Interessante anche ‘Under The Power’ in cui, nella matrice black raw e grezza si inserisce, nei momenti più atmosferici, la voce angelica e femminile dell’ospite Warlike Fortitude.

In definitiva questo esordio è un ottimo esempio di black primordiale rozzo e con tanta atmosfera che sicuramente potrà soddisfare gli amanti del genere.

Voto recensore
7
Etichetta: Sullen Records

Anno: 2009

Tracklist: 01. Prepare For War (Prologue)
02. In War Against Satan
03. Rage Against The Beast’
04. Holy Unblack Metal’
05. Under The Power
06. Destroy The Satanic Pantheon
07. The Glorious Pact (epilogue)
08. Power Of God (bonus track)

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login