Tittytwisters – Recensione: In The Silvery Waters

Cosa succede a mescolare nu metal, hardcore, Nightwish e Lacuna Coil? Per il momento provano a raccontarcelo i livornesi TittyTwisters che arrivano al debutto sulla lunga distanza dopo almeno un paio di demo e cinque anni di attivita’. Quello che ci presentano e’ un metal roccioso, fatto quasi esclusivamente di riff stoppati su ritmiche in mid tempo, una sorta di Prong meets Agnostic Front, sui quali si erge la voce femminile di Eleonora, che rappresenta l’anello di congiunzione con una dimensione piu’ melodica e, se vogliamo, piu’ commerciale, fatta di pesanti richiami a Nightwish, Evanesce e Lacuna Coil nei momenti piu’ melodici e Guano Apes e Garbage in quelli piu’ aggressivi.

Il risultato, per ora, non e’ di quelli da far strappare i (pochi) capelli che ci ornano ancora il cranio, visto che tutto si muove, oltre che sui binari del gia’ sentito, anche su quelli del poco entusiasmante. Il test bagno (mettere su il cd, ascoltare tre canzoni, andare in bagno – ma anche in cucina – e poi tornare dopo cinque o dieci minuti) non ha dato risultati entusiasmanti, visto che si ha sempre l’impressione di stare ascoltanto la stessa canzone. Ed e’ un peccato, perche’ i TittyTwisters ci provano a mescolare le carte in tavola, ora puntando su una maggiore aggressivita’, ora inserendo partiture elettroniche o ancora virando sul gotico.

Il prodotto finale, purtroppo, non cambia. Sebbene il primo passo sia incoraggiante, la strada da percorrere e’ ancora lunga. Una maggiore personalita’ potrebbe essere il secondo passo ideale…

Voto recensore
5
Etichetta: Halidon

Anno: 2006

Tracklist: 1. Phoenix
2. In my Hands
3. The Road to Hell
4. Eternal Pain
5. Ritual
6. Bloody Childhood
7. Wisphered Goodbye
8. My Evil
9. Turn Back
10. Fuck the Power

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login