Kataklysm – Recensione: In The Arms Of Devastation

Con certe band c’è poco da immaginare. I Kataklysm di Maurizio Iacono sono ormai una certezza, a scadenza più o meno regolare immettono sul mercato il loro platter di death-thrash hyperblast oriented e poi sta a voi rimanere a ruota… A differenza dell’ultimo ‘Serenity In Fire’ che non aveva convinto al cento per cento, questo ‘In The Arms Of Devastation’ piace molto di più, fino ad occupare una delle posizioni più elevate nella discografia della band, ma anche nella classifica ideale delle uscite di genere di un anno che sta regalando buone vibrazioni. Come sempre il sound si bilancia da velocità esecutive da infarto e porzioni più granitiche accompagnate da ritmi cadenzati (qui a tratti ispirate ad una band come i Bolt Thrower e in altri momenti debitori in qualcosa agli Hypocrisy). La maggiore presenza di questo secondo aspetto sembra essere il principale motivo della riuscita di un’opera che si dimostra più versatile della norma e lascia maggiore spazio di affioramento a quelle melodie lugubri che i nostri hanno sempre saputo costruire. Altro elemento decisivo è la concisione della struttura delle composizioni, non tanto per la durata dei brani, quanto per l’assoluta cura con cui questi vengono proposti, evitando inutili ripetizioni e passaggi poco azzeccati. Certamente se cercate la grande novità avete sbagliato indirizzo, ma qui c’è ad attendervi un album di puro death-thrash-metal suonato e registrato secondo standard qualitativi elevati. Se vi può bastare…

Voto recensore
7
Etichetta: Nuclear Blast / Audioglobe

Anno: 2006

Tracklist: 01. Like Angels Weeping (The Dark)
02. Let Them Burn
03. Crippled & Broken
04. To Reign again
05. It Turns To Rust
06. Open Scars
07. Temptation's Nest
08. In Words of Desperation
09. The Road to Devastation

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login