Header Unit

Imago Imperii – Recensione: Legendaria

Gli Imago Imperii irrompono nella scena metal italiana con il debut album “Legendaria”. La release è stata presentata ufficialmente il 3 Dicembre 2016 all’Alchemica Music Club di Bologna, dove la band ha suonato in supporto ai Vision Divine. La formazione emiliana, dopo alcuni assestamenti nella line-up, giunge al primo full-length dopo la pubblicazione degli EP “A Journey To Avalon” (2012) e “War For The Iron Crown” (2015).

La band bolognese propone un power/epic roccioso, a tratti sinfonico e dall’attitudine prog. Il sapiente mix musicale prende spunto da svariati contributi: il power anni ’90, con i Blind Guardian in testa; i Symphony X per le trame chitarristiche e lo stile della batteria, la triade Manilla Road/Cirith Ungol/Omen per quanto riguarda l’approccio epico e la complessità della struttura dei brani. I testi, come è nello stile della band, si ispirano ad eventi risalenti al Medioevo, senza disdegnare tematiche più classiche del genere epic/power.

Buona la prova del cantante Fabio “Gwarner” Guarnieri, così come quella della sezione ritmica, che alterna passaggi veloci di doppia cassa ad altri più rocciosi e dall’incedere epico e classicamente heavy. Il riff-rama, melodico e potente al tempo stesso, dà grande compattezza e versatilità a “Legendaria”. La tastiera svolge un ruolo importante nell’economia del disco, creando atmosfere ora fantasy e sognanti, ora guerresche ed epiche, dal sapore malinconico ed oscuro; a volte, tuttavia, lo strumento sembra intrecciarsi in maniera caotica alla trama musicale. I cori, notevoli nell’intessere atmosfere degne di un disco epico/medievale, soffrono dello stesso problema delle tastiere.
Nonostante queste pecche il lavoro è davvero pregevole e dà prova di una grande personalità e originalità: basti pensare all’opener “Black Prince”: battagliera, potente, epica, o alla cangiante “The Last Queen of the Dragon”, dal feeling oscuro e inquietante, in cui passaggi melodici e delicati si alternano a riff robusti e decisi, come a voler delineare il personaggio di Daenerys Targaryen, protagonista della celebre saga di George R. R. MartinLe cronache del Ghiaccio e del Fuoco” e della serie televisiva “Il Trono di Spade”. Tra le altre song citiamo la trilogia che la band definisce “The Sarmatic Saga”: dopo il solenne e medievaleggiante brano strumentale “The Grandmaster of the Teutonic Knights“, si passa a “Aleksander Nevskji” potente, veloce caratterizzata da un bell’assolo con un break centrale in cui emerge il coro a cappella. Infine, “Battle on the Ice“, caratterizzata da diversi intermezzi dalla vocalità gregoriana, conclude con grande drammaticità e pathos il racconto che si dipana nella saga, ovvero la battaglia nella quale il principe russo Aleksander Nevskji sconfigge i cavalieri teutonici sul Lago dei Ciudi nel 1242.

In conclusione, “Legendaria” è un disco interessante e, nonostante qualche sbavatura, mette in evidenza una band che ha le capacità e le potenzialità per conquistare il suo spazio nello scenario metal.

booklet-front
Salva

Salva

Voto recensore
7
Etichetta: autprodotto

Anno: 2016

Tracklist: 01. Black Prince 02. The Last Queen of the Dragons 03.Fields of Jothunheim 04. Legendaria 05. Under Siege 06. The Grandmaster of the Teutonic Knights 07. Aleksandr Nevskji 08. Battle on the Ice 09. Tyrant is Time...
Sito Web: https://www.facebook.com/imagoimperii/?fref=ts

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login