House Of Shakira – Recensione: HoS

Autori di almeno tre album assolutamente memorabili, gli House Of Shakira non hanno raccolto, durante una carriera iniziata nel 1991, il riconoscimento al merito di un rock melodico vibrante, contagioso, mai scontato, sempre giocato sul filo dell’emozione, graziato da armonie vocali suggestive come poche altre. Una sviolinata quanto mai opportuna per cominciare la recensione di un album che li vede tornare in pista con un nuovo cantante ed una nuova sezione ritmica, per una prova molto attesa dagli appassionati più attenti del genere.

Il primo dato positivo è che la band svedese non ha smarrito il gusto per la melodia dal forte impatto emotivo, come si evince fin dall’opener “Brick Wall Falling”. Altra costante è l’adrenalina che corre a fiumi, la band che procede senza soluzione di continuita, tambureggiante, a tratti sopraffacente. E nella successiva “Changes In Mind” arrivano anche gli elementi di novità, costituiti da alcune puntate in territori più hard, guidati presumibilmente proprio dal nuovo singer Andreas Novak, nuovo ma non novellino, avendo alle spalle album solisti e con i Mind’s Eye. Per sua stessa natura la proposta musicale degli House Of Shakira colpisce più con l’impeto dell’album completo che con il peso specifico dei singoli episodi, tuttavia rimangono particolarmente impresse le armonie vocali di “Zodiac Maniac” e il contrappunto tra Novak e i riff dei chitarristi Hallstensson e Lundström in “Fractions Of Love”, curiosamente memore dei Danger Danger della prima era Poley. Echi di “Escape” nell’intro di “All Aboard!”, ma un altro pezzo che entra immediatamente in testa è la successiva contagiosa “What Goes Around”. Unico appunto la leggera flessione nell’ultima parte del lavoro, che comunque rimane una release di qualità nel panorama del rock melodico.

Come già accadeva in passato, anche “HoS” è un album che cresce ascolto dopo ascolto, creando un profondo solco emotivo. La sostituzione di Andreas Eklund con Novak si rivela quasi indolore, e non è poco per una band che proprio sulle armonie vocali ha costruito il suo trademark.

Voto recensore
7,5
Etichetta: Lion Music / Frontiers

Anno: 2012

Tracklist:

01. Brick Wall Falling

02. Changes In Mind

03. Carry My Load

04. Zodiac Maniac

05. Fractions Of Love

06. Midnight Hunger

07. Endless Night

08. All Aboard!

09. What Goes Around

10. I'll Be Gone

11. Voice In The Void

12. Lost In Transition

13. Out Of My Head


Sito Web: http://www.myspace.com/houseofshakira

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login