Primal Fear – Recensione: Horrorscope

Questa volta, il Mastro Lindo teutonico ed i suoi compari hanno toppato alla grandissima… L’attesa della fine di aprile per “Black Sun”, successore di “Nuclear Fire”, non necessitava assolutamente di questo mini chiamato “Horrorscope”, nome – tra l’altro – dell’unico inedito della band presente all’interno del CD, che ha dalla sua un’ originalissima forma ad Iron Eagle. Cinque son le tracce contenute, tra le quali “Under Your Spell”, tratta dal secondo album “Jaws Of Death” e la garymooriana “Out In The Field”, che grazie ai Primal guadagna in robustezza. Il mid tempo “Horroscope” non convince per mollezza e mancanza di tiro; invece piacevoli, ma senza pretese sono le successive covers “Breaker”, dal tributo agli Accept e “Kill The King”, già bonus track su “Jaws Of Death”. Se teniamo poi conto che la canzone “Horroscope”, non finirà nemmeno su “Black Sun” questo fa puzzare – sopra ogni cosa – la mini (ma proprio mini!!) produzione in questione, come una biechissima mossa da music business, che Sinner e Scheepers potevano anche evitare. Consigliato ai soli feticisti dell’ Aquila Di Ferro.

Voto recensore
4
Etichetta: Nuclear Blast / Audioglobe

Anno: 2002

Tracklist: Tracklist: Under Your Spell / Out In the Fields / Horroscope / Breaker / Kill The King

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login