Hollywood Vampires – Recensione: Rise

Senza dubbio “Rise” è uno degli album più attesi di questo 2019 e rappresenta il secondo capitolo discografico della super band messa assieme dal re dello shock rock Alice Cooper accompagnato dal mitico Joe Perry degli Aerosmith alla chitarra e da Johnny Depp, super star hollywoodiana che non necessita di nessuna presentazione. Se nel primo omonimo album di debutto la band si era maggiormente concentrata a rivisitare pezzi storici, principalmente di band britanniche con l’aggiunta di tre pezzi inediti che non si discostavano molto dallo stile delle cover, qui i vampiri propongono moltissimi pezzi propri omaggiando solo con tre brani composizioni scritte da altri artisti.

Innanzitutto va detto che gli Hollywood Vampires sono diventati una band a tutti gli effetti e non un side-project temporaneo come il debutto lasciava pensare, infatti da allora il gruppo ha avuto modo di calcare moltissimi palchi prestigiosi e di incrementare la propria fan-base anche incuriosita dai nomi presenti a cui si sono uniti in pianta stabile Tommy Henriksen alla chitarra ritmica, Chris Wyse al basso, Buck Johnson alle tastiere e Glen Sobel alla batteria. In “Rise” troviamo anche un apporto maggiore dell’accoppiata Perry/Depp che si ritaglia il proprio spazio, il primo come voce solista nella struggente cover di “You Can’t Put Your Arms Around A Memory” del compianto Johnny Thunders, il secondo nella nota “Heroes” del Duca Bianco e “People Who Died” della Jim Carroll Band, entrambi pezzi noti per chi ha avuto modo di vedere la formazione dal vivo.

Il platter da fuoco alle polveri con l’insistente e ficcante “I Want My Now” seguita dal primo singolo, la più cupa “Who’s Laughing Now, un pezzo in pieno stile Cooperiano che risulta un classico già dal primo ascolto. Non da meno la successiva ed ipnotica “The Boogieman Surprise” a cui segue la caciarona “Welcome To Bushwackers” che parla di un uomo arrabbiato e di una certa età che cerca di provocare una rissa in un bar e che vede la partecipazione di Jeff Beck alla chitarra, mentre “Gift From Around Me” è martellante ed oscura con l’utilizzo a tratti di voci filtrate che conferiscono quel tono dark che spezza il clima prettamente festaiolo del disco.

Con “New Threat” si ritorna alle sonorità tipicamente rock di inizio album con un Cooper davvero sugli scudi, mentre la teatrale, psichedelica e gotica “Mr. Spider” ci porta alla divertente ed ironica “Rise”, dal tono marcatamente politico che non sfigurerebbe affatto come successore della nota “Elected”, mentre la melanconica “Congratulations” chiude un album variegato e che rappresenta al meglio le influenze e l’anima di ogni singolo componente degli Hollywood Vampires.

Etichetta: earMusic

Anno: 2019

Tracklist: 01. I Want My Now 02. Good People Are Hard To Find 03. Who’s Laughing Now 04. How The Glass Fell 05. The Boogieman Surprise 06. Welcome To Bushwackers 07. The Wrong Bandage 08. You Can’t Put Your Arms Around A Memory 09. Gift From Round Me 10. Heroes 11. A Pitful Beauty 12. New Threat 13. Mr. Spider 14. We Gotta Rise 15. People Who Died 16. Congratulations
Sito Web: http://www.hollywoodvampires.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login