Hierophant – Recensione: Mass Grave

Season Of Mist licenzia “Mass Grave”, quarta fatica sulla lunga distanza dei ravennati Hierophant, band che esplora le derive più estreme del metal con la sua miscela di hardcore che accoglie anche elementi black e sludge. “Mass Grave” raccoglie dieci tracce in poco più di trenta minuti di durata ma rispetto al precedente “Peste”, dall’urgenza espressiva quasi frenetica che avvicinava la band a realtà come gli statunitensi Nails, il disco appare più ragionato e dalla forma canzone definita, per quanto il gruppo sia come al solito devastante.

“Mass Grave” vede inoltre alcuni aggiustamenti in formazione, ovvero il chitarrista Lollo ad occuparsi delle parti vocali in seguito alla defezione del frontman Karl avvenuta la scorso anno, con risultati ottimi, valore aggiunto di un album che non fa prigionieri. L’intro noise “Hymn Of Perdition” apre per “Execution Of Mankind”, una scheggia di furente grindcore di nemmeno quaranta secondi ma che subito mette in luce il bagaglio tecnico dell’ensemble, dai dialoghi nervosi delle chitarre di Lollo e Steve, alla potenza della tellurica sezione ritmica di Giacomo (basso) e Ben (batteria).

La prima parte del disco resta su coordinate simili, per quanto il lavoro di cesello degli strumenti garantisca la buonissima qualità delle tracce, in particolare di una titletrack impietosa ma dove nulla è affidato al caso e la violenza è saldamente legata ai binari della ragione. Con il pezzo “In Decay”, la band osa di più e opta per dei sinistri rallentamenti ritmici che rendono le canzoni ancora più sincopate, finendo nei melmosi territori dello sludge. Molto buona anche “Sentenced To Death” e la conclusiva “Eternal Void”, sorta di suite di oltre undici minuti dove la band dà il meglio di sé con un muro di suoni, peccato solo che due terzi del pezzo siano sacrificati a favore della ripresa della base noise. Non è comunque nostro compito criticare le scelte stilistiche del gruppo.

I romagnoli tornano con un album violentissimo ma altamente logico che nella sua brevità fotografa la misantropia alla base del panorama lirico del gruppo.

Hierophant - Mass Grave

Voto recensore
7
Etichetta: Season Of Mist

Anno: 2016

Tracklist: 01. Hymn Of Perdition 02. Execution Of Mankind 03. Forever Crucified 04. Mass Grave 05. Crematorium 06. In Decay 07. Sentenced To Death 08. The Great Hoax 09. Trauma 10. Eternal Void
Sito Web: https://www.facebook.com/HIEROPHANTKVLT

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login