Helheim – Recensione: raunijaR

Sono passati quattro anni da “Heiðindómr Ok Mótgangr” e per l’ennesima volta gli Helheim riescono a cogliere la nostra attenzione con “raunijaR”, una release di viking/black ma caratterizzata da un pizzico di follia e variazione sul tema che è una delle caratteristiche fondanti dei norvegesi.

Già la copertina dal gusto stilizzato e minimalista fa intravedere il contenuto di un CD essenziale ed ermetico che in sole cinque tracce ci consegna l’attuale fase compositva della band.

L’opener “Helheim 9” è un insolito brano acustico che non segue una linea melodica precisa e che risulta infarcito di armonica a bocca e chitarre. Altro pezzo visionario è il conclusivo “Odr”, il più lungo del CD, che alterna fasi di viking metal cadenzato e pesante ad altre acustiche in cui il singer V’gandr (supportato a tratti anche dal secondo cantante H’grimnir) canta pulito ed è accompagnato da cori profondi. Le chitarre di Reichborn e H’grimnir alternano riffing quasi rock psichedelico a pesanti riffoni doom. Il risultato finale è un brano di dodici minuti fuori dagli schemi che potrà conquistare o annoiare l’ascoltatore.

Più incanatala negli schemi e davvero ottima è la cavalcata potente intitolata “Raunijar”, un vero pezzo da novanta che pone sugli scudi l’energia del batterista Hrymr e il fraseggio di chitarra dei due axemen.

L’album però è caratterizzato dalla sperimentazione e “Åsgards Fall III” non è da meno, con le sue parti colme di atmosfere plumbee e chitarre stiracchiate. La successiva “Åsgards Fall IV”, sempre lenta ed ossianica, rientra leggermente nelle coordinate stilistiche del genere e ci consegna un cantato pulito davvero azzeccato, in grado di sottolineare ulteriormente le melodie rarefatte e visionarie del pezzo.

Aggiungiamo che ad arricchire le linee vocali troviamo anche l’ospite Pehr Skjoldhammer (Alfahanne) nonché l’aggiunta di violini (soprattutto in “Åsgards Fall IV”), corni e piano che contribuiscono a render più contemplativa la release.

Album per gusti raffinati.

Voto recensore
7,5
Etichetta: Dark Essence Records

Anno: 2015

Tracklist:

01. Helheim 9
02. Raunijar
03. Åsgards Fall III
04. Åsgards Fall IV
05. Odr


Sito Web: http://www.helheim.com/

leonardo.cammi

view all posts

Bibliotecario appassionato a tutto il metal (e molto altro) con particolare attenzione per l’epic, il classic, il power, il folk, l’hard rock, l’AOR il black sinfonico e tutto il christian metal. Formato come storico medievalista adora la saggistica storica, i classici e la letteratura fantasy. In Metallus dal 2001.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login