Edge – Recensione: Heaven Knows

Discreto esordio all’insegna del rock melodico per quuesta band svedese imperniata sulle alchimie create da Jonas Forss e Tobias Andersson. Nulla di nuovo sotto il sole, ma composizioni assolutamente gradevoli e senza orpelli: un hard rock diretto, senza per forza la ricerca di soluzioni catchy, che stenta a trovare quel guizzo che potrebbe aver differenziato “Heaven Knows” dalla media dei lavori del genere.

Dopo un inizio senza particolare mordente, colpisce il crescendo melodico di “Nowhere To Hide” come pure la scarica di intensità della power ballad “Get Over It”, impreziosita da un efficace duetto con Martina Edoff. E’ a questo punto dell’album, in particolare, che la band sembra prendere maggior confidenza rispetto alle proprie potenzialità. E così prendono quota l’aggressiva “There Is No Other Way”, pure con una convincente linea melodica disegnata dal cantante Jonas Forss, che pilota sicuro anche “I Could Never Live”. L’hard rock si mantiene potente in “Through The Door” e nella conclusiva “The End Of The World”.

Senza grossi scossoni né pezzi di grande brillantezza, con “Heaven Knows” gli Edge dimostrano di avere comunque la giusta personalità: se riusciranno a coniugarla, in futuro, con una maggiore capacità in fase compositiva, potranno dire qualcosa di interessante, al momento la sufficienza è di incoraggiamento.

Voto recensore
6
Etichetta: Escape / Frontiers

Anno: 2013

Tracklist:

01. Little Girl
02. How Long
03. Nowhere To Hide
04. Get Over It
05. I Believe In Love
06. There Is No Other Way
07. I Could Never Live
08. Right Now
09. To Hell And Back
10. Through That Door
11. The End Of The World


Sito Web: www.Edge-Band.Se

1 Comment Unisciti alla conversazione →


  1. Giulio B

    Non eccelle di particolari o memorabili canzoni, ma di sicuro non si può che sia brutto. Voto 7

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login