Great Master – Recensione: Lion & Queen

Tornano sulla scena i veterani Great Master con un terzo album, “Lion & Queen”, che segue le tracce del già ottimo ed apprezzato “Serenissima” del 2012; il power metal melodico elegante dei veneti convince ancora e rilancia la band all’attenzione di tutti i fan del genere.

L’album si apre con la breve intro medievaleggiante “Voices” che ci porta all’opener “Another Story”, un mid-up veloce ed energico che pone sugli scudi le convincenti partiture di chitarra di Jahn Carlini così come arrangiamenti che tendono a rendere il brano catchy senza cadere nel mellifluo.

La formula si ripropone con la successiva “Oldest”, traccia ancor più maestosa che vive degli splendidi cori che accompagnano il singer Max Bastasi, che ovviamente risulta protagonista. La voce torna in primo piano con la meravigliosa “Prayer In The Wind” che a tratti ricorda i Kamelot del periodo mediano.

Non mancano alcune tracce più canoniche di power metal come “Traveller Of Time” che risulterebbe un ottimo singolo ma mediamente il livello compositivo di “Lion & Queen” è alto. Infatti la tracklist del CD propone subito la cadenzata “Stargate”, caratterizzata da line vocali davvero orginali e accattivanti e subito dopo la lunga “Mystic River” che, pur non risultando particolarmente ricercata risulta godibile, apprezzabile e propone alcuni assoli di chitarra dei tanti ospiti che hanno collaborato con la band di Mestre.

Citiamo fra gli altri Alessandro Battini (Dark Horizon, Ghost City) che ha fatto il lavoro più grande su tastiere e piano; abbiamo poi numerosi chitarristi quali Francesco Russo (Shadows Of Steel), Simone Mularoni (DGM), Shuai Xia, Srl, Daniele Genugu (King Wraith, ex Bejelit) ed ancora il tastierista Andreas Martin Wimmer in “Voices” (Final CHapter) e la singer SY (Armonight) in “Walking On The Rainbow”.

Il resto della tracklist nasconde ancora alcune gemme come la potente cavalcata “Holy Mountains”, quasi maideniana, o ancora “Walking On The Rainbow”, che ricorda alcune armonie dei Warlord ed in cui il singer duetta con l’ospite SY.

La conclusione del lavoro, affidata alla titletrack, è un maestoso sunto del power metal melodico e sofisticato che i Great Master propongono con “Lion & Queen”, un album che vi convincerà.

Ricordiamo infine che gli ottimi suoni del CD sono frutto del lavoro di Simone Mularoni (DGM) che ha mixato e masterizzato l’opera ai “Domination Studios” di San Marino. “Lion & Queen” uscirà anche in un’imperdibile versione lussuosa in boxset in 200 copie numerate a mano.

Great Master - Lion & Queen

Voto recensore
8
Etichetta: Underground Symphony

Anno: 2016

Tracklist: 01. Voices 02. Another Story 03. Oldest 04. Prayer In The Wind 05. Traveller Of Time 06. Stargate 07. Mystic River 08. Holy Mountains 09. Time After Time 10. The Other Side 11. Walking On The Rainbow 12. Lion And Queen
Sito Web: http://www.great-master.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login