Grave Miasma – Recensione – Endless Pilgrimage – Ep

Una cosa è certa, ai Grave Miasma non interessano le logiche del music business, tanto meno essere una band di largo consumo. Il loro è un black/death metal minimale e davvero miasmatico di natura underground, tecnicamente da non sottovalutare e, consuetudine per release di questo tipo, con una produzione fangosa, quasi approssimativa.

Avrete già inquadrato la tipologia di ascolto offerta dall’Ep “Endless Pilgrimage”, nuovo capitolo discografico di una band attiva da una quindicina d’anni e che preferisce esprimersi sulla breve distanza (“Odori Sepulcrorum”, uscito nel 2013 è al momento l’unico full-length, ben quattro invece i mini Cd) attraverso un sound genuinamente estremo e privo di compromessi con la musica (metal incluso) di più semplice fruizione

Se certi cattivoni come gli Incantation o gli Autopsy rientrano nelle vostre corde, allora i Grave Miasma potrebbero convincervi. Siamo chiari da subito, qui non troverete proprio nulla di originale, quanto proposto è ben datato (e lo sarebbe stato anche alla fine degli anni ’80) ma fatto in maniera onesta e la consapevolezza di creare qualcosa per sè stessi e per una fedele nicchia di pubblico.

Per quanto l’opener “Yama Transforms To The Afterlife” sia un pezzo violento e sorretto dai ritmi vorticosi, si evince come il bagaglio esecutivo del gruppo sia di buon livello, in particolare la sezione ritmica e i tappeti di riff di natura speed/thrash di Roland C. (recente acquisto dei ben più noti Deströyer 666) contribuiscono a una certa dinamicità. Certo la produzione fangosa non aiuta, ma si nota come i brani contengano numerosi cambi di intenzione, da vedersi in inversioni di rotta repentine che spezzano la tensione a favore di rallentamenti monolitici dal flavour doom (“Full Moon Down”).

Il growl cavernoso di Y (al secolo Yori Ben-Ham) è assolutamente funzionale ed esprime bene la tensione di pezzi che si abbattono sull’ascoltatore come dei macigni rotolanti. I Grave Miasma sono dunque un perfetto esempio di underground estremo, una band coerente con tale attitudine che di certo sarà ancora apprezzata dalla sua piccola ma invincibile schiera di fans.

Grave-Miasma-Endless-Pilgrimage

Voto recensore
6
Etichetta: Sepulchral Voice Records

Anno: 2016

Tracklist: 01. Yama Transforms To The Afterlife 02. Utterance Of The Foulest Spirit 03. Purgative Circomvolution 04. Glorification Of The Impure 05. Full Moon Dawn
Sito Web: http://www.gravemiasma.co.uk/

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login