Dark Suns – Recensione: Grave Human Genuine

Giocano nel ruolo di fratellini minori dei Pain Of Salvation i qui presenti Dark Suns anzi, continuano a farlo visto che già in occasione del precedente mastodontico (solo per la durata) “Existence” avevamo sottolineato l’innegabile devozione che i tedeschi provano verso la creatura di Daniel Gildenlöw per i quali hanno fatto da supporting act in più di un’occasione; l’aggravante di questo “Grave Human Genuine” risiede nel fatto che quelle che credevamo fossero frecce all’arco dei tedeschi si sono rivelate un’arma che sta contribuendo ad un suicidio “compositivo/musicale” in virtù di una regressione che in tutta sincerità non ci saremmo aspettati.

La band nelle intenzioni fa una scelta coraggiosa abbandonando la strada più sicura che sarebbe stata quella del proseguire in un’ottica malinconico/progressiva debitrice di gruppi come Anathema, Opeth e stessi Pain Of Salvation per darsi ad una sperimentazione in realtà abbastanza sterile caratterizzata dal ritorno al cantato growl (anche se non usato spesso) che faceva mostra di sé sull’esordio “Swanlike” e all’utilizzo di passaggi quasi ambient che purtroppo rendono l’iter dell’album troppo frammentato; questo perché invece di amalgamare le differenti “personalità” i Dark Suns le mantengono separate traccia dopo traccia rendendo il CD difficile da digerire. La voglia di creare qualcosa di “artistico” ha portato il combo ad osare un po’ troppo (come successo all’altra famosa band di Lipsia, ovvero i Disillusion, con il loro “Gloria”) generando canzoni poco consistenti e fruibili. In una parola: delusione!

Voto recensore
5
Etichetta: Prophecy / Audioglobe

Anno: 2008

Tracklist:

01. Stampede

02. Flies In Amber

03. Thornchild

04. Rapid Eyes Movement

05. Amphibian Halo

06. The Chameleon Defect

07. Free Of You

08. Papillon

09. 29 (digipak edition bonus track)


Sito Web: http://www.myspace.com/dunklesonnen

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login