Gloryful – Recensione: End Of The Night

I tedeschi Gloryful continuano con ottimi risultati la loro saga fantasy giunta con “End Of The Night” al terzo capitolo… tinta di power metal dalle tinte potenti, melodiche e ruvide.

Troviamo ancora come protagonisti il capitano McGuerkin (che sorto dalle profondità degli abissi adeso è re McGuerkin), la sua ciurma e la leggenda Inuit della dea Sedna.

La continuità si riflette quindi anche dal punto di vista musicale e di line-up, fatta esclusione per l’arrivo del nuovo secondo chitarrista Adrian Weiss (Forces At Work) il cui contributo è più che evidente grazie a quanto ha guadagnato il wall of sound dei brani più potenti come Hail To The King”, “God Against Man” o la cavalcata “This Means War” che mena randellate a destra ed a manca.

L’aspetto più melodico e catchy emerge in brani come The Glorriors” (coro catchy e vincente fin dal primo ascolto) o dalla ballad acustica “End Of The Night” che godono in primis dell’ottima prova al microfono di Johnny la Bomba, frontman in grado di passare senza batter ciglio da linee melense a rochi assalti.

Abbiamo poi For Victory” che è un cadenzatone epico di ottimo impatto che convince fin dale prime battute e si propone come un ottimo cavallo da battaglia dal vivo grazie ad un ritornello colmo di enfasi.

La conclusione del CD è legata a due pezzi riusciti come l’anthem epico “On Fire” (che vede svettare sia la voce di Johnny che la fantasia esecutiva del batterista Hartmut Stoof) e l’arrembante Rise Of The Sacred Star”, song catchy e potente nella migliore tradizione di band come Running Wild e Grave Digger che sicuramente rientrano fra le fonti di ispirazione del gruppo di Gelsenkirchen.

Gloryful End Of The Night

Voto recensore
7,5
Etichetta: Massacre Records

Anno: 2016

Tracklist: 01. Intro: Dawn Of The Raven King 02. This Means War 03. The Glorriors 04. Hail To The King 05. Heart Of Evil 06. End Of The Night 07. For Victory 08. God Against Man 09. On Fire 10. Rise Of The Sacred Star
Sito Web: https://www.gloryful.net/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login