Ghost Machinery – Recensione: Evil Undertow

I Ghost Machinery cadono definitivamente al terzo disco, quello della maturazione. Una parabola discendente, passata attraverso il cambio della line-up originale e di tre label per altrettanti lavori, per la band finlandese, che all’esordio aveva dato alla luce un interessante mix di power metal nordico ed heavy neoclassico in stile Stratovarius. “Evil Undertow” segna un cambio netto di direzione, verso sonorità più leggere ed hardrockeggianti, un po’ il percorso seguito dagli Edguy, ma senza la classe compositiva e la spregiudicatezza di Tobias Sammet. E questo fa decisamente la differenza sul risultato finale.

Undici song per 42 minuti di durata, il minimo sindacale da parte dei Ghost Machinery, che ci propongono coretti leggeri, ritmiche abbastanza canoniche ed una produzione non all’altezza, incapace di conferire una solida base al disco. “Evil Undertow” è poco coraggioso, privo di picchi qualitativi degni di nota e song come l’opener “Arms Of The Strangers“, con le tastiere pomp rock, o “The Last Line Of Defence” , che si rifà al cd d’esordio, mescolando Soanta Arctica ed Atvance. Nonostante l’esperienza di Pete Ahonen, già con Burning Point e Stargazery, i Ghost Machinery arrancano, faticando maledettamente a trovare le corde giuste per uscire da uno “schema-canzonetta” davvero troppo moscio e prevedibile.

Evil Undertow” non si presenta nel migliore dei modi, con una produzione davvero troppo debole, per una band ormai sulle scene da un decennio. Ma sono proprio le canzoni che deficitano, poco frizzanti, prive di energia, nonostante, l’immediatezza di facciata, voglia presentarci un disco più leggero ed eterogeneo.

Voto recensore
5
Etichetta: Pure Legend Records

Anno: 2015

Tracklist:

01. Arms Of The Strangers
02. Fatal
03. Kingdom Of Decay
04. Go To Hell (It's Where You Belong)
05. Evil Undertow
06. Brave Face
07. Tools Of The Trade
08. No Easy Way Out
09. Dead Inside
10. Lost To Love
11. The Last Line Of Defence
12. Fight For The Strangers (Bonustrack)
13. Never Stop Running (Bonustrack)


Sito Web: https://it-it.facebook.com/ghostmachinery/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login