Visionary – Recensione: Gabriel

Fa centro Gabriel con il debut Album “Visionary”. Dopo l’Ep d’esordio spinto tramite i social, queste 13 canzoni si muovono su coordinate hard rock (contaminato con scorie progressive) dal piglio moderno e dinamico. Un disco che cerca di dare una dimensione al tutto, di dare forma a tutti gli esseri viventi e riconnetterli a qualcosa di più grande dell’essere umano. Un impegno concettuale non di poco conto, ma che riesce per buona parte a concretizzarsi.

Uno scrigno di canzoni che si apre con il sapore etnico di “Pharaoh’s Phoenix”  e che prosegue con l’intensa “The Juggler”, che gioca a rincorrersi tra vari cambi di tempo. Perle del disco “Living In Utopia” e “The Fisherman”. Due canzoni profondamente diverse, ma che ben definiscono lo stile di Gabriel. “The Fisherman” è forse quella più particolare, dove le molteplici influenze (solidamente rock, concretamente prog e a tratti debitrici del musical “Hair”) esplodono nel tessuto della canzone rendendo credibile il viaggio del “pescatore”.

Molto positiva anche l’etera “Oniric Isle”, che gioca con il flauto di Enricomaria D’Alessandro che si incastra perfettamente in una canzone dal sapore indiano. Chiude l’album l’uptempo “Felicity”, che sembra lasciare più di una porta aperta nel percorso musicale di Gabriel Gianelli e che chiude il cerco con l’omonima intro. Un cerchio che si chiude. Ottima la prova alla batteria Tony Morra e del bassista (e produttore) Fabrizio Grossi, sezione ritmica di prim’ordine.

Disco privo di difetti? No, perché c’è ancora qualcosa da limare a livello di songrwiting per rendere le canzoni più scorrevoli e dinamiche. Si tratta di piccoli aggiustamenti, non di grandi problematiche, perché la “materia prima” è già molto valida.

Gabriel Visionary

Voto recensore
7
Etichetta: Bakerteam Records

Anno: 2016

Tracklist: 01. (Intro) Felicity 02. Pharaoh’s Phoenix 03. Why 04. The Juggler 05. Circus Of The Eclipse 06. Falling Skyword 07. Living In Utopia 08. The Fisherman 09. Oniric Isle 10. Voyagers Mirror 11. I See 12. Soul Essence 13. Felicity
Sito Web: http://gabrielgianelli.net/visionary.html

Saverio Spadavecchia

view all posts

Capellone pentito (dicono tutti così) e giornalista in perenne bilico tra bilanci dissestati, musicisti megalomani e ruck da pulire con una certa urgenza. Nei ritagli di tempo “untore” black-metal @ Radio Sverso. Fanatico del 3-4-3 e vincitore di 27 Champions League con la Maceratese, Dovahkiin certificato e temibile pirata insieme a Guybrush Threepwood. Lode e gloria all’Ipnorospo.

1 Comment Unisciti alla conversazione →


  1. Riccardo Manazza

    Secondo me sei stato strettino con il voto, per me è un disco da 8 pieno. Nonchè forse il miglior debutto dell’anno nei generi hard e prog. Già ordinata una copia.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login