The Way – Recensione: Frequency Of Spirit

Un bel giorno, tre personaggi provenienti dal panorama AOR d’oltre oceano, che rispondono per la precisione ai nomi di Russell Arcara, Charlie Calv e Stephen DeAcutis, si sono ritrovati in una località del New Jersey e si sono messi a scrivere musica insieme. Dopo vari anni di attività di questo tipo, è nato il primo disco dei The Way, un lavoro dai suoni molto moderni, al punto che risulta abbastanza difficile definire se si tratti effettivamente ancora di AOR o se si sia passati a un pop rock più generico e di largo consumo. Insomma, per dirla tutta, di metal in questo disco c’è veramente poco; le stesse, ormai banali, chitarre distorte, hanno una presenza davvero limitata, tanto per fare un esempio pratico.

Il disco si avvale ad ogni modo del pregiato contributo di Joe Lynn Turner, che presta la sua voce in alcuni brani in duetto con Russell Arcara, e fruisce di alcune canzoni veramente notevoli per l’originalità e la vivacità della loro struttura. Tra queste, le migliori sono senza dubbio ‘Soul Earth Sky’, ‘Merci’ e la conclusiva, leggermente più heavy, ‘New World’. Le tre canzoni citate spiccano però, è il caso di dirlo, tra una serie di brani gradevoli, ben suonati, ma che lasciano ben poco dietro di sé in quanto a significatività ed originalità. Si ha quasi l’idea che alcuni pezzi facciano quasi da riempitivo, che servano per fare numero e basta, essendo strutturati in modo troppo semplice e ripetitivo per spiccare in qualche modo. Mancano elementi tecnici strumentali che meritino di essere citati, la struttura dei pezzi è troppo uguale, e per quanto essi possano suscitare una piacevole sensazione di vivace allegria, alla lunga, nonostante la loro struttura sia semplice, paradossalmente finiscono per stancare.

Pur non trattandosi di un brutto disco, quindi, se ne consiglia l’ascolto solo se si è intenzionati ad allontanarsi dalle sonorità tipiche del metal, alla ricerca di qualcosa di decisamente più leggero e meno impegnativo, a prescindere dalla qualità dei brani.

Voto recensore
6
Etichetta: Atenzia / Frontiers

Anno: 2005

Tracklist:

01. What do You Want From A Man
02. Alright People
03. Where Do You Go
04. Soul Earth Sky
05. Just The Thought Of You
06. Merci
07. Mona Lisa Smile
08. Waited For Me
09. Lost Among The Leaves
10. If
11. Changes
12. Isn’t Thar Great
13. I Don’t Want You
14. New World


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login