Header Unit

Kayser – Recensione: Frame The World… Hang It On The Wall

Secondo parto sulla lunga distanza per la band capitanata dal duo Spice (ex voce/basso degli Spiritual Beggars) e Mattias Svesson (di fama The Defaced). ‘Frame The World… Hang It On The Wall’, fin dalle note della belligerante opener ‘The Cake’, scopre le carte in tavola, sottolineando l’amore viscerale per il riffing slayeriano, fatto di ripartenze fulminee e chorus anthemici, conditi però in salsa rétro, aventi non pochi richiami all’act capitanato da Mike Amott. Spice si mostra frontman di razza, evidenziando al meglio le sue qualità vocali, anche se meno trascinante rispetto ai suoi notevoli trascorsi ‘spirituali’. Il tomo scorre inesorabile nel lettore e raggiunge il suo apice nei nove minuti di ‘Absence’: perfetto anello di congiunzione fra la psichedelia anni ’70 ed il metal più ortodosso strizzante l’occhio al doom meno claustrofobico, per un amalgama sonoro di sicuro effetto, reso al meglio da una band sapiente e capace nei mezzi a disposizione. Ciò che invece non convince in pieno è il songwriting d’insieme, colpevole di più cadute di tono, forse per la volontà di anteporre il refrain ad effetto, rispetto ad un approfondimento strumentale di livello superiore. In contrapposizione a quanto scritto, si pongono a rilievo le capacità di musicisti navigati, con un’esperienza tale, da nascondere le carenze d’ispirazione alle orecchie meno attente. In qualunque modo un platter nel complesso meritevole di attenzione e portante bandiera di una coscienza sonora, oggi giorno poco sfruttata. E’ indubbio che la nostalgia per dischi come ‘Ad Astra’ rimane immutata.

Voto recensore
7
Etichetta: Scarlet /Audioglobe

Anno: 2006

Tracklist: 01 The Cake
02 Lost In The Mud
03 Evolution
04 Not Dead… Yet
05 Absence
06 Turn To Grey
07 Cheap Glue
08 A Note From Ypur Wicked Son
09 Everlasting
10 Fall
11 Born Into This
12 Jake

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login