Graveworm – Recensione: Fragments Of Death

Parlando degli altoatesini Graveworm, abbiamo più volte sottolineato come l’ensemble sia andato incontro ad un percorso evolutivo lento ma costante, che ha portato la band ad essere credibile e matura aggiungendo di volta in volta dei tasselli al proprio sound. Il nuovo album “Fragments Of Death”, ottava prova in studio di un’attività quasi ventennale, segue la tendenza rivelandosi ancora più spigoloso del suo predecessore, con numerosi riferimenti a un death metal solido e tecnico, sebbene non manchi il consueto contributo delle tastiere di Sabine Mair a irrorare i brani di melodia. Capiamo quanto la band mostri i muscoli e ottime doti esecutive che non scadono mai nell’autocelebrazione già dall’opener “Insomnia”, un brano granitico e quadrato in cui sale sugli scudi Stefan Fiori, protagonista di una prova vocale aggressiva e ispirata. L’opener sembra preludere ad un album che scopre una matrice death metal alla svedese maniera, impressione confermata anche dalla successiva “Only Death In Our Wake”, che tuttavia è limata agli spigoli da una dose costante ma non invasiva di melodia, posta a rendere il tutto più malinconico ed epico. In questo senso sono splendidi gli episodi nella parte centrale del lavoro, a cominciare da “Anxiety”, con numerose parti di voce femminile, “See No Future” e “The Prophecy”, ammorbidite da ariose tastiere, perfetto contro altare alle atmosfere ferali dei pezzi.
L’album non si conclude questa volta con una cover di un brano pop, tendenza del gruppo negli ultimi tempi, ma con una riproposizione di “Awake”, opener dell’opera prima “When Daylight’s Gone”. Il brano è reso più dinamico e moderno e la sua natura vicina all’immaginario black metal sinfonico di quando i nostri compivano i primi passi, si mostra attuale. “Fragments Of Death” è un disco caldamente consigliato, testimonianza di una realtà solida e che non sbaglia un colpo.

Voto recensore
7,5
Etichetta: Nuclear Blast / Warner

Anno: 2011

Tracklist:

01. Insomnia
02. Only Death In Our Wake
03. Absence Of Faith
04. Living Nightmare
05. The World Will Die In Flames
06. Anxiety
07. See No Future
08. The Prophecy
09. Remembrance
10. Old Forgotten Song
11. Where Angels Do Not Fly
12. Awake (Bonus Track)


Sito Web: www.graveworm.de

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login